Su cinque progetti finanziati dalla 4° Call per progetti strategici del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013, quattro coinvolgono la Regione Puglia. Competitività e Innovazione, Trasporti e Ambiente e Cultura i settori di intervento.

Cinque progetti, su dieci candidati, saranno finanziati dalla 4° Call per progetti strategici del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013; nello specifico: due progetti a valere sull’Asse 1 – Competitività e Innovazione; due progetti a valere sull’Asse 2 – Trasporti; un progetto a valere sull’Asse 3 – Ambiente e Cultura.

La fase di approvazione si è conclusa lo scorso 16 luglio a Monopoli, nel corso della riunione del Comitato di Sorveglianza del Programma, presieduto da Bernardo Notarangelo, Dirigente del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia.

Presenti all’incontro, oltre ai funzionari della Regione Puglia, l’Autorità di Gestione greca ed il Segretariato Tecnico Congiunto, i rappresentanti della Commissione europea, dei Ministeri greci ed italiani e delle regioni coinvolte dal Programma: la Puglia, le Isole Ionie, l’Epiro, la Grecia Occidentale.

Delle proposte progettuali approvate, sono ben quattro quelle che vedono coinvolta la Regione Puglia, in qualità di Lead Partner o di Project Partner. Circa 23 milioni di euro la quota di finanziamento a disposizione dei beneficiari pugliesi.

“Un risultato eccellente – ha commentato Silvia Godelli, assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo – che oltre a dimostrare l’ottima capacità progettuale della Puglia, costituisce una tappa importante di un percorso che vede la regione fortemente partecipe dei programmi di cooperazione territoriale europea.

L’approvazione dei progetti strategici sul Programma Grecia- Italia segna, in particolare, l’avvio di una nuova stagione: non più piccoli progetti frammentati, chiusi nei confini locali, ma progetti di grande respiro che coinvolgano l’intero territorio, rafforzandone la competitività e la coesione, attraverso un approccio di sviluppo sostenibile.

Questo significa fare sistema, facendo leva su capacità, competenze progettuali e partenariati solidi, con uno sguardo proiettato in avanti, nella nuova cornice della programmazione 2014-2020″.

Fonte: Assessorato al Mediterraneo – Ileana Inglese – Sistema Puglia, Imprese, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Sportello Europa, Infrastrutture e Trasporti – Redazione Sistema Puglia