Dal prossimo 28 giugno fino al 30 settembre 2014 le imprese pugliesi potranno presentare alla Regione Puglia progetti di promozione internazionale che prevedano un insieme articolato di azioni tra cui la partecipazione a fiere internazionali, la ricerca di partner, la gestione di centri comuni di servizi di promozione, logistica ed assistenza ai clienti, l’organizzazione di esposizioni temporanee e presentazioni di prodotti.

Lo prevede l’Avviso per Internazionalizzazione delle reti di PMI pugliesi, approvato con Determinazione del Dirigente Servizio Internazionalizzazione n. 10 del 14 maggio 2013, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 81 del 13 giugno 2013.

Le imprese, che devono avere sede in legale in Puglia, non potranno presentare progetti da sole ma in una rete costituita da almeno tre aziende (Pmi e imprese artigiane). Si potrà trattare di un consorzio o di una società consortile costituiti anche in forma di società cooperativa, oppure di un raggruppamento legato da un contratto di rete. Un’ulteriore condizione è che la rete di imprese preveda la figura del “project manager“, cioè un esperto di processi di internazionalizzazione con un’esperienza di almeno cinque anni, che sia in grado di gestire il progetto di promozione internazionale della rete e contribuire a rafforzare le competenze, in materia di internazionalizzazione, delle imprese coinvolte.

Fonte: Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo, Internazionalizzazione