Martedì 26 settembre, la Regione Puglia è stata protagonista di un dibattito su “Manifattura digitale e processi di innovazione” nell’ambito di un più ampio evento sulla società aperta e inclusiva. Organizzato dalla Piattaforma WISE4ALL, donne per una società innovativa in Europa, l’evento ha visto confrontarsi esperienze regionali e presentazioni da parte di funzionari della Commissione europea.

Paolo Casalino, dirigente della Delegazione di Bruxelles della Regione, ha introdotto le due esperienze pugliesi e tracciato brevemente le politiche regionali in questo settore, nell’ambito della strategia Smart Puglia 2020. La prima esperienza pugliese, presentata in videconferenza,ha riguardato l’Apulia Manufacturing HUB, costituito grazie a un progetto europeo e gestito da Confindustria regionale, Distretto MEDIS, Università pugliesi. Le attività in programma sono di vario tipo e mirano a supportare la trasformazione industriale delle aziende pugliesi verso il modello 4.0, prestando anche attenzione alla formazione del capitale umano.

La seconda esperienza regionale, presentata dalla prof.ssa Lidia Greco dell’Università degli Studi di Bari, ha riguardato le potenzialità, le sfide e le preoccupazioni che questo grande processo di trasformazione industriale comporta e ha evidenziato la necessita di preparare adeguatamente tale evoluzione.

Neri tre interventi a cura della Commissione europea, i funzionari Erastos Filos (DG Ricerca e Innovazione), Heidi Cigan (DG Connect), Valentina Scialpi (DG Connect), hanno illustrato le politiche europee per la manifattura avanzata, l’Internet del futuro e la formazione di competenze digitali nelle giovani generazioni.

Fonte: Ufficio Bruxelles Regione Puglia – Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo, Sportello Europa – Redazione Sistema Puglia