dal Circolo Legambiente Cassano delle Murge

Per Sostenere il Mondo non Serve Essere un Mito” con questo spirito, sabato 23 e domenica 24 settembre, si è svolta la grande mobilitazione di volontariato ambientale coordinata dal Circolo Legambiente Cassano.

Nelle due giornate sono stati raccolti più di 4 tonnellate di indifferenziato, inerti e materiale ingombrante (mobili, materassi, elettrodomestici, PFU, ferro), circa 2 tonnellate di plastica (rigida e imballaggi) e 2 carrellati da 660 litri di vetro e 1 carrellato di erbacce/potature/verde. (Dati forniti dal Settore Urbanistica e Ambiente – Risorse Tecnologiche)

Piena partecipazione delle associazioni presenti sul territorio, tra cui i lontani e vicini Circoli Legambiente di Modugno, Grumo Appula e Polignano a Mare, con cui è nata una fitta rete di collaborazione per l’Ambiente che porta i volontari a vivere fattivamente il territorio dal mare alla murgia e viceversa…

Presenti anche altre associazioni: “Murgia Trekking & More”, “Club UNESCO” di Cassano delle Murge, “I Cittadini contro Le Mafie e La Corruzione” di Acquaviva delle Fonti, “LAltraCassano” oltre a “Cassano in Movimento” e “Più Cassano” a dimostrazione che queste eventi vanno oltre il colore politico.

Ma i protagonisti indiscussi di questa Quinta Edizione sono stati i giovanissimi, e in particolar modo, i bambini della ASD Murgia Basket Cassano, i ragazzi Scout del Gruppo AGESCI e del Gruppo Avventisti AISA che armati di tanto entusiasmo hanno raccolto molti rifiuti.

Inoltre per l’evento è stata creata una corsa speciale per l’Integrazione, attraverso un Pullman Legambiente, messo a disposizione gratuitamente da Pino Lionetti, che ha permesso alle comunità dei rifugiati, ospiti presso il Centro SPRAR, e dei migranti minori, ospiti presso Masseria Ruotolo (Ente gestore APS Etnie Onlus), di prendere parte attiva ad entrambe le giornate.

Oltre a loro, con un rinato spirito d’iniziativa e di condivisione, un gruppo di donne e mamme con bambini residenti presso i Borghi, ha voluto contribuire offrendo la propria disponibilità per la pulizia. La parola d’ordine delle due giornate e la migliore risposta alle inutili polemiche degli esperti cittadini virtuali è stata: come possiamo “Partecipare”?

All’evento sono intervenuti l’Assessore all’Ambiente, Carmelo BRIANO, affiancato dall’Assessore al Decoro Urbano, Maria Pia D’AMBROSIO, e soprattutto dagli assessori alle Politiche Ambientali del Comune di Modugno, Tina LUCIANO, e del Comune di Grumo Appula, Domenico SAVINO, che hanno risposto, da subito, all’invito cassanese e contribuito alle azioni di pulizia.

Mentre resta difficile il rapporto con gli Istituti Scolastici locali che anche quest’anno non hanno risposto all’invito ambientale, ma certamente ci saranno altre occasioni e/o iniziative per il territorio.

Ora, per quanto riguarda la prima giornata di Puliamo Cassano e Alta Murgia Pulita di sabato 23 settembre.

Alle 8.30 i volontari si sono ritrovati presso Contrada Fra’Diavolo nelle vicinanze del residence Valle Verde. Sono stati distribuiti dal Circolo Legambiente i kit per la raccolta (magliette, cappelli, guanti, buste) e consegnati i relativi contenitori carrellati per la raccolta di indifferenziato, plastica e vetro da parte dal personale della ATI TRA.DE.CO. Srl – Murgia Servizi Ecologici Srl.

Alle 8.45, i volontari Legambiente hanno formato tre grandi gruppi e iniziato le azioni di pulizia dell’intera area.

Nel corso della bonifica sono stati effettuati diversi trasporti di rifiuti presso l’isola Ecologica, messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale.

Per i sacchi di immondizia recuperati in alcuni casi si è potuto procedere alla differenziazione, in altri casi no.

Inoltre sono stati segnalati all’Assessore all’Ambiente Briano, presente attivamente all’iniziativa, diversi cumuli di inerti / macerie edili, abbandonati in grandi quantità lungo il ciglio della strada e tra la vegetazione.

Alle 12.45, terminate le attività di raccolta, gli attivisti del Circolo Legambiente Cassano, al fine di allontanare il triste fenomeno del “lancio del sacchetto” e delle discariche abusive, hanno posizionati, nelle zone oggetto di recupero, appositi cartelli con scritto: “AREA PULITA”.

All’Amministrazione Comunale – dichiara Pasquale Molinari, presidente di Legambiente Cassano – rimandiamo con questo comunicato, le richieste dei tanti cittadini / residenti dei Borghi che si sono fermati davanti al banchetto Legambiente, chiedendo di affiancare alla raccolta Porta a Porta, delle Mini Isole Ecologiche Condominiali, per consentire ai “Residenti Temporanei o della domenica” di poter conferire, in ogni momento della giornata, piccole quantità di rifiuti, anche indifferenziati, evitando così il lancio selvaggio del sacchetto. Magari applicando, come avviene in altre città, ai cassonetti per i rifiuti indifferenziati, un sistema a calotta che consente di inserire solo piccole quantità di rifiuti (sacchetti da 20-22 litri) e incentivare la raccolta differenziata.

Mentre, per quanto riguarda la seconda giornata di Puliamo Cassano e Alta Murgia Pulita di domenica 24 settembre.

Alle 9.00 i volontari si sono ritrovati in Piazza Mario Rossani.

Distribuiti i kit per la raccolta (magliette, cappelli, guanti, buste) e scattata la classica foto di rito con al centro alcuni grandi cartelli con scritto #MiRifiuto, #Differenziamoci, “E’ Assai il Danno”, è partita la grande macchia gialla formata da tanti bambini, migranti, scout che con il loro entusiasmo hanno ripulito le vie del centro storico da erbacce e tanti, troppi rifiuti.

Nel corso della bonifica le tante buste e i tanti materiali ingombranti raccolti (mobili, elettrodomestici, un passeggino, e tanto altro..) sono stati posizionati e lasciati a dimora fino al lunedì mattina di raccolta, di fronte alla Sala Consigliare in Piazza Rossani, all’interno di un recinto di transenne ben segnalato da cartelli di Denuncia e Monito (TRASH MOB) con frasi ad effetto in dialetto cassanese e altre Lingue (con relativa traduzione), utili a scuotere le coscienze di tutti passanti:

SPORCA MENO… ANCORA TI VA IN CROCE!!

DIFFERENZIATI CHE SI MUORE!!

MA NAN’ I PUET PRTAJ A PIERI’N?! (Perché non conferire i rifiuti presso l’isola Ecologica? E’ sempre Aperta a Tutti!!)

CE’ S’SPEZZN I MAN A SCTTALL JIND U’CESTIN, DISGRAZIAT!! (Grande Maleducato l’abbandono di mozziconi sul suolo è sanzionato dalla Legge.. da applicare e far rispettare ovviamente !!)

TI A’ AMBARE’ E TI A’ PERD!! (Nessuno nasce imparato!!)
UE’ LURDACCHION… STATT ATTIND, C’ S NO’ U’RMMAT L’ADAVE’ JIND I SINZ!! (Grande Maleducato ho il presentimento che a breve ti sarà notificato un verbale.. sciocco!!)

E CE’ JIE’? LA MERD IND A’ CAS!! ( Oh perbacco non avevo mai visto una così grande quantità di Rifiuti in Casa Mia!!)

VE’ FACENN U’PROFSSO, CUD CA JE’ STDIAT, MA PO’… NA VUE’ FA’ LA DIFFERENZIAT!! CHITTE’….. ‘MBARAT?? (L’Abito non fa il Monaco!!)

Inoltre all’interno dell’Area Giochi in Piazza Rossani, i volontari Legambiente hanno installato due raccoglitori #SpegniCicca, ovviamente realizzati con materiale di riciclo durante i #LabMigranti, al fine di contrastare l’indecoroso, malsano, diseducativo e ingiustificato tappeto di sigarette che riveste la stessa Area per Bambini e quindi sensibilizzare i Cittadini Adulti e i Genitori al tema dei Rifiuti.

A questa giornata di Educazione Ambientale i volontari Legambiente hanno chiesto la presenza della Polizia Locale al fine di controllare e sanzionare i tanti fumatori che puntualmente abbandono/gettano a terra i mozziconi di sigaretta trasgredendo, di fatto, alle ormai vecchie disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di Green Economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali, il cosiddetto “Collegato Ambientale”.

Pertanto Legambiente Cassano chiede, a gran voce, di iniziare ad applicare e far rispettare quelle misure di civiltà, che prevedono sanzioni che vanno da 60 a 300 euro per che viola il divieto di abbandono di prodotti da fumo al suolo.

Destinando con un apposita delibera gli eventuali ricavati comunali delle Multe in un fondo che andrà a finanziare le attività di sensibilizzazione e l’installazione di nuovi raccoglitori in tutto il paese. Perché da quale parte bisogna iniziare…

Purtroppo la pioggia non ha consentito di bonificare la stessa Area Giochi che comunque sarà ripulita, in un’altra giornata, dagli stessi volontari.

Concludendo, durante queste giornate di mobilitazione per l’ambiente, una giovane reporter ha realizzato delle riprese, foto e interviste che andranno a comporre un Reportage dal titolo #MiRifiuto che Legambiente con il fattivo supporto del Sindaco Maria Pia Di Medio e dell’Assessore Carmelo Briano, vorrebbe far girare, a mo’ di Tour, negli Istituti Scolastici, Biblioteca, Sala Consigliare per la Sensibilizzazione ed Educazione Ambientale e soprattutto per stimolare la Partecipazione Collettiva.

Un Forte segnale da fotografare, diffondere e trasmettere alle Comunità affinché siano evitati, prevenuti ed eventualmente repressi altri episodi di abbandono di rifiuti.

Un grande ringraziamento al Comune di Cassano delle Murge, al Parco Nazionale dell’Alta Murgia e alla Legambiente Puglia per il patrocinio e la grande collaborazione con Legambiente, al Settore Urbanistica e Ambiente – Risorse Tecnologiche ed in particolare al geom. Lorenzo Sciacovelli per la grande sinergia, al personale dell’ATI TRA.DE.CO. – Murgia Servizi Ecologici Srl per il supporto organizzativo, a tutti i volontari che hanno partecipato a questa importante iniziativa volta a diffondere le buone pratiche di sostenibilità ambientale nella speranza che un giorno non troppo lontano non sia più necessario andare a raccogliere rifiuti abbandonati in mezzo alla natura.

… perché Prendersi Cura della Propria Terra è il modo più Naturale per stare bene…

 

Tags: , ,