il Municipio di Cassano delle Murge (foto d’archivio)

Con determinazione del Dirigente del Settore Affari Generali del Comune di Cassano delle Murge, Donato Acquaviva, l’Ente ha stabilito a quanto ammonta l’indennità di funzione del sindaco, degli assessori comunali e del presidente del Consiglio Comunale, oltre al gettone di presenza dei consiglieri comunali eletti l’11 giugno 2017.

Stando dunque agli importi fissati dal decreto del Ministero dell’Interno n. 119 del 4 aprile 2000, con cui si determina l’ammontare delle indennità di funzione e del gettone di presenza, la sindaca Maria Pia Di Medio (lavoratore autonomo) percepirà un’indennità di funzione di 2.788,87 euro lordi mensili (tenuto conto delle decurtazioni del 10% previste dalla legge); al vicesindaco (come previsto dal suddetto decreto) è corrisposta un’indennità pari al 55% di quella prevista per il sindaco, dunque il vicesindaco Angelo Giustino (lavoratore autonomo) percepirà 1.533,87 euro lordi mensili.

Per quanto riguarda gli assessori, sempre in riferimento al decreto ministeriale 119/2000, spetta il 45% dell’indennità prevista per il sindaco (viene dimezzata per i dipendenti pubblici che non abbiano chiesto l’aspettativa, caso che non tocca Cassano): l’assessora al bilancio Annamaria Caprio (lavoratore autonomo), l’assessore alla rigenerazione urbana Michele Campanale (lavoratore autonomo), l’assessora al decoro urbano Maria Pia D’Ambrosio (casalinga) e l’assessore alle politiche ambientali Carmelo Briano (pensionato) percepiranno 1.254,99 euro lordi mensili ciascuno.

Alla presidente del Consiglio Comunale Monica Calzetta spetta il 10% dell’indennità prevista per il sindaco pari a 139,44 euro lordi mensili (ridotta del 50% poiché lavoratore dipendente non in aspettativa).

A fine mandato, come previsto sempre dal decreto 119/2000, l’indennità del sindaco è integrata con una somma pari ad una indennità mensile spettante per 12 mesi di mandato.

Il gettone di presenza per le sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari Permanenti, infine, è stabilito in 19,99 euro lordi a seduta (importo calcolato secondo le modalità previste dal decreto 119/2000). Il gettone di presenza non spetta agli amministratori a cui spetta l’indennità di funzione.

Finora il solo consigliere Amedeo Venezia, del gruppo di opposizione PrimaVera Cassano, ha rinunciato al gettone di presenza, annunciando la propria decisione già nel corso del Consiglio Comunale d’insediamento.

 

Tags: , , ,