(foto d’archivio)

Rinviato nel Consiglio Comunale dello scorso 8 giugno, il “Regolamento comunale per l’erogazione di prestazioni economiche in favore di nuclei familiari in condizioni di disagio sociale” è stato oggetto, nei giorni scorsi, di diverse sedute delle Commissioni consiliari per discutere i ventuno emendamenti proposti dai gruppi di minoranza e per apportare le necessarie modifiche per diverse imprecisioni presenti nell’atto stesso.

Nei prossimi giorni (la presidente del Consiglio, Monica Calzetta, aveva annunciato la richiesta di convocarne uno a dieci giorni dall’ultima seduta), il Regolamento, insieme a quello per disciplinare il servizio civico comunale, verrà riproposto all’attenzione del Consiglio Comunale per la sua approvazione.

L’argomento, però, continua a tenere banco, anche con le modifiche apportate, e l’ultimo intervento, in ordine di tempo, è quello del Partito Democratico di Cassano delle Murge, rappresentato in Consiglio Comunale da Amedeo Venezia (PrimaVera Cassano) che, con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, invita l’Amministrazione Comunale “cancellare quel comma”.

Nello specifico il PD parla del comma D dell’art. 4 nel quale, scrivono i dem cassanesi, «viene determinato che se un anziano o un disabile non ha le risorse per essere ricoverato presso una struttura, dovrà fare un’ipoteca sulla propria casa a favore del Comune di Cassano per far fronte al pagamento della retta».

Quanto espresso con la proposta esplicitata nel comma in oggetto, per il PD è «allarmante, ingiusto e profondamente scorretto. Mai ci saremmo immaginati – scrivono dal circolo del segretario Davide Pignatale – di avere di fronte un’amministrazione che avidamente mira a fagocitare i beni dei propri cittadini tra i quali il più importante: la casa, bene primario che con sacrifici e fatica si è costruiti nell’arco della propria vita».

Infine la proposta: «chiediamo di cancellare assolutamente quel comma o di specificare che tale prescrizione si circoscritta a proprietà immobiliari diverse dalla prima casa».

 

Tags: , , ,