di Vito Surico

il primo tentativo dell’Atletico Cassano porta la firma di Alemão Glaeser, ma il portiere avversario neutralizza (foto di Alessandro Caiati)

Va tutto storto per l’Atletico Cassano nella 2ª giornata di ritorno del Girone F di Serie B: i biancocelesti crollano sul campo del Futsal Canosa.

Un approccio completamente sbagliato alla partita, condanna i pellicani alla terza sconfitta in campionato: un sonoro 9-6. Un primo tempo praticamente regalato ai padroni di casa che al suono della sirena conducono per 8-1.

Nella ripresa, grazie al portiere di movimento, mister Guarino prova a risollevare le sorti del match con una difficilissima rimonta. La partita si gioca praticamente nella metà campo canosina ma, complici alcuni errori sotto porta e le parate di Lopopolo, i biancocelesti si fermano sul 9-6.

A completare il sabato nero dell’Atletico Cassano le espulsioni di Rodrigues Miani e Manzalli, complice un arbitraggio decisamente non all’altezza di una partita di Serie B.

LA PARTITA

Mister Guarino schiera dal primo minuto Dibenedetto, Rodrigues Miani, Caio, Manzalli e Cutrignelli ma l’avvio di gara è tutto di marca canosina: dopo un minuto di gioco Bruno impegna Dibenedetto a conclusione di un’azione personale di Cano in banda destra. Poco dopo ci prova Zafra, dalla distanza, senza centrare lo specchio della porta.

Trascorsi due minuti e sedici secondi, l’Atletico Cassano subisce la prima rete con Cano che, approfittando di un errore di Rodrigues Miani su una innocua rimessa laterale nella metà campo del Futsal Canosa, vola in banda destra per trafiggere Dibenedetto. Passano appena 18’’ e i padroni di casa raddoppiano con Zafra: azione simile alla precedente ma l’errore, questa volta, è di Caio sulla battuta di un calcio d’angolo. Cano ne approfitta e lancia Zafra e, nuovamente dalla destra, insacca alle spalle del portiere cassanese.

L’Atletico Cassano è nel pallone: il primo tiro arriva con Manzalli al 4’, ma è lontano dai pali difesi da Lopopolo. E così il Futsal Canosa ne approfitta per dilagare con Bruno (in contropiede con Cano e Zafra) al 5’ e Elia (azione personale in banda destra) al 6’.

Il primo vero pericolo per la porta di casa arriva con Alemão Glaeser, lanciato da Garofalo a tu per tu con Lopopolo: il portiere esce al limite e neutralizza il tiro del capitano. Ci prova poi lo stesso Garofalo di tacco, servito in area da Garrote, senza impensierire troppo Lopopolo che fa suo il pallone senza problemi. Il portiere di casa neutralizza poi un tiro di Manzalli e uno di Cutrignelli che arriva al tiro al termine di un bell’uno-due nello stretto con Garofalo.

Dibenedetto per due volte nella stessa azione chiude lo specchio a Cano e al 12’ arriva il gol dell’Atletico Cassano con una rasoiata di Cutrignelli da centrocampo. Le velleità dei biancocelesti di rimettere la partita sui giusti binari sono però immediatamente sedate dal gol del 5-1 che porta la firma di Elia che, con Cano, approfitta dell’ennesimo errore dell’Atletico Cassano a centrocampo. Al 14’ è addirittura 6-1: Lopopolo blocca un tiro di Manzalli e si lancia nella metà campo biancoazzurra, appoggia per Cano che non sbaglia.

Tra i pali, poi, Lopopolo neutralizza i tiri di Alemão Glaeser e Rodrigues Miani.

Nasce da un infortunio del portiere biancoceleste il 7-1 dei padroni di casa: Zafra, quasi dalla linea di fondo, calcia avanti, Cano salta in area ma non la tocca, Dibenedetto si avventa sul pallone che gli scivola tra le mani e termina nel sacco.

Rodrigues Miani, Caio e Garofalo (miracolo di Lopopolo) non trovano la via del gol, allora mister Guarino opta per il quinto uomo di movimento con Manzalli che sostituisce Dibenedetto. Mossa che frutta solo un tiro di Rodrigues Miani respinto sulla linea da Zafra. Il numero 2 biancoceleste, poi, atterra Cano che provava a calciare a porta vuota: secondo giallo per Rodrigues Miani e tiro libero per il Futsal Canosa che lo stesso Cano non sbaglia: è 8-1 al termine del primo tempo.

nella ripresa, Caio prima e Garofalo poi, vestono la maglia del portiere di movimento nel tentativo di rimontare il pesante parziale. In foto il gol di Benny Garofalo (foto di Alessandro Caiati)

In avvio di ripresa, per provare a recuperare il pesante svantaggio, mister Guarino mette subito in campo Caio nel ruolo di portiere di movimento e l’Atletico Cassano chiude il Futsal Canosa nella propria metà campo: Lopopolo si oppone subito a Manzalli e Garrote, Garofalo non è preciso. Falco s’immola su un tiro di Caio deviando in angolo.

Se Lopopolo respinge l’ennesimo tiro dalla distanza di Garrote, Caio è più fortunato al 5’ e insacca per l’8-2. Ma il Futsal Canosa ristabilisce subito le distanze con Cano che insacca, a porta vuota, il suo quarto gol personale.

L’Atletico Cassano non demorde e le prova tutte per cercare una insperata rimonta o, quantomeno, per limitare i danni di un parziale davvero troppo pesante: Garrote e Cutrignelli impegnano Lopopolo e, all’8’, la doccia fredda. Azione concitata di gioco con una serie di interventi duri non sanzionati dagli arbitri che fermano il gioco per un presunto fallo di Manzalli: il brasiliano viene ammonito e protesta platealmente costringendo il direttore di gara a mandarlo anticipatamente sotto la doccia.

L’Atletico Cassano, annichilito e con l’uomo in meno, regge agli assalti del Futsal Canosa e, ristabilita la parità numerica, va ancora in gol con Garofalo, Cutrignelli (su tiro libero), Alemão Glaeser e Caio. Ma la rimonta non riesce.

Una sconfitta che davvero non ci voleva per i pellicani che restano a 26 punti in classifica e, complice il 9-1 rifilato dalla Tombesi C5 al Futsal Capurso, tornano a -5 dalla vetta. E ora bisogna anche guardarsi alle spalle con il Sagittario Pratola che si è portato a -2 dai biancocelesti.

FUTSAL CANOSA – ATLETICO CASSANO 9-6 (pt 8-1)

FUTSAL CANOSA: 21. Lopopolo (Cap.); 2. Bilanzuoli; 3. Masotina; 4. Patruno; 5. Bruno; 6. Subrizio; 7. Cano; 9. Mazzone; 10. Zafra; 11. Falco; 12. Elia; 17. Sciannamea. Allenatore: Gianluigi Trallo

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 2. Rodrigues Miani; 4. Rella; 6. De Cillis; 7. Caio; 8. Garofalo; 9. Petrosino; 10. Garrote; 11. Manzalli; 23. Cutrignelli; 26. Pellecchia; 27. Alemão Glaeser (Cap.). Allenatore: Cataldo Guarino

ARBITRI: Davide Sallese di Vasto, Andrea Battista di Campobasso e Pasquale Marcello Falcone di Foggia (cronometrista)

MARCATORI: 2’16’’ pt Cano (FC) – 2’34’’ pt Zafra (FC) – 4’41’’ pt Bruno (FC) – 5’50’’ pt Elia (FC) – 12’09’’ pt Cutrignelli (AC) – 13’29’’ pt Elia (FC) – 14’01’’ pt Cano (FC) – 15’28’’ pt Zafra (FC) – 19’47’’ pt Cano (FC) tiro libero – 5’25’’ st Caio (AC) – 6’44’’ st Cano (FC) – 11’58’’ st Garofalo (AC)13’48’’ st Cutrignelli (AC) tiro libero16’55’’ st Alemão Glaeser (AC)19’33’’ st Caio (AC)

AMMONITI: 6’57’’ pt Rodrigues Miani (AC) per gioco scorretto – 4’08’’ st Zafra (FC) e Alemão Glaeser (AC) per reciproche scorrettezze – 6’04’’ st Falco (FC) per gioco scorretto – 10’05’’ st Subrizio (FC) per gioco scorretto – 15’07’’ st Cutrignelli (AC) per simulazione

ESPULSI: 19’47’’ pt Rodrigues Miani (AC) per doppia ammonizione – 8’28’’ st Manzalli (AC) per proteste

i risultati della 13ª giornata (2ª di ritorno) del campionato di Serie B 2017-2018 Girone F (fonte tuttocampo.it)

la classifica del Girone F della Serie B 2017-2018 (fonte tuttocampo.it)

 

Tags: , ,