Grazie alla normativa dell’UE, nel corso degli anni l’inquinamento dell’aria è diminuito in Europa. Tuttavia, gli abitanti delle città e regioni più densamente popolate respirano ancora un’aria di pessima qualità, che in alcuni casi supera abbondantemente i limiti stabiliti dall’UE per le particelle fini, l’ozono e il diossido di azoto.

È necessario fare di più. Quasi 4 europei su 5 ritengono che l’UE dovrebbe proporre misure più incisive per combattere l’inquinamento atmosferico.

La Commissione europea ha risposto preparando una serie di proposte per colmare le lacune della legislazione in vigore. Nel riesame della strategia sono confluiti i contribuiti ricevuti mediante due consultazioni pubbliche online. I risultati della seconda, conclusasi il 4 marzo 2013, saranno pubblicati a breve.

Tremila partecipanti, fra cui scienziati, imprenditori, ambientalisti e funzionari dei governi nazionali, discuteranno di come garantire un’aria più pulita in Europa. Le iscrizioni per partecipare sono aperte a tutti e i dibattiti saranno trasmessi in diretta online.

La Settimana si aprirà con una discussione sull’attuale qualità dell’aria e l’impatto dell’inquinamento sulle persone, fra cui le morti premature dovute a malattie respiratorie e cardiovascolari e a tumori. I partecipanti conosceranno i principali risultati del costante riesame della politica dell’UE in materia di inquinamento dell’aria e alcune altre opzioni politiche in corso di esame. Le opzioni si inseriscono nel programma di azione ambientale della Commissione fino al 2020 . Si parlerà anche di come attuare efficacemente le regole europee in fatto di qualità dell’aria e ridurre i rischi per la salute e l’ambiente. I partecipanti prenderanno in considerazione le soluzioni più promettenti, le risorse e gli elementi chiave per migliorare la qualità dell’aria in modo sostenibile. La Commissione intende presentare un pacchetto di proposte in autunno.

La Settimana verde non si terrà solo a Bruxelles. Sono previsti circa 50 eventi, anche in Italia.

Fonte: Commissione Europea – Sistema Puglia, Sportello Europa – Redazione Sistema Puglia