di Vito Surico

Maria Pia Di Medio durante il giuramento sulla Costituzione della Repubblica Italiana

Prende ufficialmente forma l’Amministrazione Comunale di Cassano delle Murge: nel corso del Consiglio Comunale d’insediamento terminato qualche ora fa presso la Sala Consiliare di piazza Rossani sono stati definiti i principali ruoli che verranno ricoperti per i prossimi anni dagli eletti lo scorso 11 giugno.

Verificate subito le condizioni di eleggibilità e compatibilità alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale degli eletti e convalidatane l’elezione, come da primo punto all’ordine del giorno, si è proceduto con l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale.

l’intervento di Teodoro Santorsola, capogruppo di PrimaVera Cassano

Prima di procedere alle votazioni, ha preso la parola il consigliere Teodoro Santorsola, eletto nelle fila di PrimaVera Cassano, per proporre alla maggioranza che il ruolo venisse ricoperto da un membro della minoranza. Appurato che i candidati alla carica di Sindaco non possono accedere alla carica di Presidente del Consiglio, Santorsola ha affermato che «il 70% della popolazione cassanese non ha votato per questa maggioranza, bisognerebbe perciò rispettare il volere dell’elettorato e garantire rappresentanza anche alle minoranze». Santorsola ha dunque invitato la maggioranza ad essere concretamente collaborativa. Il sindaco Di Medio ha lasciato piena libertà ai consiglieri di votare la persona che ritenessero più adatta a ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio, mentre Zullo, per il gruppo SìAMO Cassano, ha annunciato la propria astensione e quella della collega Linda Catucci (per la quale «il nostro gruppo non è interessato a ricoprire cariche») dalla votazione, affermando che la scelta del Presidente del Consiglio spetta alla maggioranza. Davide Del Re, eletto con Più Cassano, infine, ha invitato la maggioranza a prendersi la responsabilità della scelta.

l’intervento di Monica Calzetta, neo eletta Presidente del Consiglio Comunale

Al termine della votazione, dunque, Monica Calzetta, la più suffragata della lista X Te, è stata eletta Presidente del Consiglio Comunale con 12 voti, due voti sono andati ad Antonia Gatti, uno ad Amedeo Venezia, due le schede bianche.

Monica Calzetta ha dunque preso posto accanto al sindaco Di Medio affermando subito che considera il proprio ruolo «non un mero occupare la poltrona né una nomina. Per me si tratta di una carica istituzionale che cercherò di coprire con il massimo dell’impegno e della dedizione anche fuori dal consesso consiliare. L’Ufficio di Presidenza in Comune sarà sempre aperto e sarò garante del Consiglio Comunale».

Il sindaco Di Medio ha dunque giurato sulla Costituzione della Repubblica Italiana per poi procedere all’ufficializzazione della nuova Giunta Comunale, già annunciata nella serata di ieri dopo l’ultima riunione di maggioranza: Angelo Giustino sarà il vice sindaco con deleghe al contenzioso, alla legalità, all’attuazione del programma, alle politiche della comunicazione e delle reti di comunicazione; Annamaria Caprio sarà assessore alle politiche di bilancio e contrattuali, alla programmazione economica e politiche di organizzazione del personale; Michele Campanale alla rigenerazione urbana, al patrimonio, alle attività produttive e commerciali, alle politiche di sviluppo economico del territorio; Maria Pia D’Ambrosio alla manutenzione, al decoro urbano e alle politiche abitative; Carmelo Briano alle politiche ambientali e al randagismo.

Maria Pia Di Medio ha tenuto per sé le deleghe alla sicurezza, all’urbanistica, ai lavori pubblici, all’agricoltura, alle politiche sociali, alle politiche di sviluppo turistico, alle politiche scolastiche, alla cultura e alle attività per la salute e lo sport: «non vi sembri strano che tenga per me queste deleghe – ha affermato – perché coinvolgerò nei lavori tutti quei consiglieri che non hanno potuto essere assessore. Di volta in volta distribuirò il da farsi».

Nominati, dunque, i capigruppo dei quattro diversi Gruppi Consiliari (Pasquale Campanale per X Te, Linda Catucci per SìAMO Cassano, Teodoro Santorsola per PrimaVera Cassano e Davide Del Re, unico componente di Più Cassano), le prime difficoltà di questo primo Consiglio Comunale del nuovo corso amministrativo del nostro paese si sono avute nella scelta dei componenti delle tre Commissioni Consiliari Permanenti.

l’intervento di Davide Del Re, Più Cassano

Appurati i tre componenti di ciascuna commissione per la maggioranza, le minoranze hanno deciso di sospendere la seduta per cercare un accordo. Ricordiamo che ogni Commissione è composta da cinque consiglieri: tre della maggioranza e due della minoranza. Le difficoltà sono nate per il fatto che Davide Del Re, unico consigliere del suo gruppo, non avrebbe trovato la giusta rappresentanza in seno alle Commissioni. Dopo la breve riunione, dalla quale non è scaturito l’accordo, Del Re ha sottolineato la necessità di trovare una soluzione: «ho proposto di trovare un accordo per dare dignità politica a tutti i gruppi presenti in Consiglio Comunale, ma PrimaVera Cassano ha deciso di far valere la forza dei numeri».

«Non si tratta di una questione di lana caprina – ha ribadito Santorsola – ma di rispettare la volontà degli elettori. Se rispettiamo le proporzioni di voto la rappresentanza politica sarebbe comunque garantita».

l’intervento di Ignazio Zullo, SìAMO Cassano

A fare da pacieri ci hanno provato i due consiglieri di SìAMO Cassano: «sono posizioni entrambe legittime», ha affermato Zullo.

Senza un accordo tra i gruppi di minoranza le Commissioni Consiliari Permanenti non si sarebbero potute completare e si sarebbe dovuto rinviare tutto a un prossimo Consiglio Comunale in cui, nel caso non si fosse ancora arrivati ad una soluzione, sarebbe spettato al Presidente del Consiglio assegnare i posti vacanti. A fare il passo indietro, però, ci ha pensato Davide Del Re che ha proposto un nuovo accordo rinunciando alla propria presenza nella Prima Commissione (Bilancio) e accettando che PrimaVera Cassano ottenesse un posto in tutte e tre le Commissioni, SìAMO Cassano in due e Più Cassano in una sola.

Per tanto, le Commissioni Consiliari Permanenti saranno così composte:

  • 1ª Commissione (Questioni istituzionali, Patrimonio Comunale, Bilancio e Contenzioso): Antonia Gatti, Pasquale Campanale e Francesco Cavalluzzi per la maggioranza; Teodoro Santorsola (PrimaVera Cassano) e Ignazio Zullo (SìAMO Cassano) per la minoranza;
  • 2ª Commissione (Servizi Sociali, Rapporti fra gli Organi del Comune e le Libere Associazioni dei Cittadini, Pari Opportunità, Sport, Tempo libero, Cultura): Francesca Marsico, Filippo Panzarea e Francesco Cavalluzzi per la maggioranza; Amedeo Venezia (PrimaVera Cassano) e Linda Catucci (SìAMO Cassano) per la minoranza;
  • 3ª Commissione (Ambiente, Ecologia, Sviluppo e Tutela del Territorio, Agricoltura, Artigianato, Commercio): Francesco Cavalluzzi, Pasquale Campanale e Filippo Panzarea per la maggioranza; Teodoro Santorsola (PrimaVera Cassano) e Davide Del Re (Più Cassano) per la minoranza.

Prese queste decisioni, Davide Del Re è intervenuto per ribadire che la politica deve essere al centro del dibattito pubblico e ha affermato che Più Cassano è pronta a collaborare per portare a termine le tante iniziative che sono già in itinere (specie per quanto riguarda gli interventi sugli edifici scolastici). Teodoro Santorsola ha sottolineato l’atto di apertura di Del Re che «ci metterà nelle condizioni di operare al meglio». Il capogruppo di PrimaVera Cassano ha poi invitato l’Amministrazione Comunale a prender parte al passaggio della Carovana delle Agende Rosse di Borsellino che il prossimo 9 luglio passerà per Cassano e a rimettere sul balcone del Municipio lo striscione a sostegno del pm Antonino Di Matteo, trovando massima apertura da parte di sindaco Di Medio.

Eletti i componenti della Commissione Elettorale (il sindaco, Pasquale Campanale, Francesco Cavalluzzi e Davide Del Re, più i supplenti Francesca Marsico, Linda Catucci e Filippo Panzarea), al termine del Consiglio Comunale ha preso la parola Amedeo Venezia per affermare di «essere onorato dell’incarico affidatomi dai cittadini. Il mio sarà servizio reale e serio. E intendo rinunciare a tutti i gettoni di presenza».

Maria Pia Di Medio ha dunque augurato buon lavoro a tutti i consiglieri prima di recarsi con tutta la sua maggioranza presso il Monumento ai Caduti in piazza Dante per rendere omaggio a coloro che hanno dato la vita per garantirci la libertà anche in concomitanza con la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale.

l’omaggio dell’Amministrazione Comunale al Monumento ai Caduti in piazza Dante

l’omaggio del sindaco Maria Pia Di Medio al Monumento ai Caduti in piazza Dante

 

Tags: , ,