di Leonardo Losito

(foto Murgia Enjoy)

(foto Murgia Enjoy)

Impaurito e smarrito si è dichiarato stamani un giovane che, raggiunti i boschi fra Cassano e Santeramo per divertirsi con alcuni suoi amici in un gioco di “guerra virtuale” (softair), si è allontanato dal suo gruppo perdendolo. I partecipanti all’evento escursionistico-culturale “Trucchi e segreti per fotografare la natura” proposto dall’Associazione “Murgia Enjoy” hanno immediatamente modificato il loro percorso escursionistico per ricondurlo fino alla zona che aveva descritto e nella quale erano ad attenderlo, ad una distanza di circa due chilometri, i suoi amici. A nulla era servito il precario collegamento telefonico con i suoi amici che non potevano in alcun modo aiutarlo. Il giovane continuava inoltre, nella speranza di ricevere assistenza, a percorrere il bosco Bellamia allontanandosi ulteriormente dal suo gruppo. In segno di gratitudine, il giovane ha voluto stringere la mano agli escursionisti, prestandosi ad alcune foto ed i suoi amici si sono resi disponibili per una dimostrazione della loro attività che i trekkers hanno seguito esponendo alcuni quesiti.

È la seconda volta in pochi mesi che Murgia Enjoy aiuta persone smarritesi nei boschi e che, in presenza di diversi escursionisti, dichiarano di essersi smarriti, segno questo che la presenza sul territorio dell’Associazione ha anche una utilità sociale di presidio del territorio.

Murgia Enjoy, Associazione impegnata nella promozione, valorizzazione e tutela del territorio murgiano proponendo ogni fine settimana eventi escursionistico-culturali con l’intervento di esperti affinché tali eventi non si limitino a semplici passeggiate, continua a sottolineare l’importanza di affidarsi a chi realmente ha titoli e strumenti per organizzare percorsi outdoor che lascino un ricordo piacevole dei momenti trascorsi all’aria aperta oltre alla necessità di rispettare alcuni fondamentali canoni di sicurezza e le recenti normative (in materia fiscale, assicurativa e legale) ancora da alcuni disattese pur avendo recenti sentenze condannato alcuni preti incauti organizzatori di attività per i danni subiti da giovanissimi partecipanti affidati dai relativi genitori.

Oggi qualsiasi attività, anche la semplice “passeggiata fra vecchi amici”, ma resa aperta a tutti e propagandata pubblicamente, anche in caso di gratuità dell’evento proposto, implica un affidamento a persone più esperte e non solleva tali organizzatori dalle responsabilità civili e penali per i danni che i partecipanti, o ogni loro avente causa o diritto, possono subire o arrecare ed alle quali gli organizzatori sono tenuti a rispondere in solido con i propri beni.

L’investimento economico e l’enorme impegno dei soci di Murgia Enjoy si concretizza con eventi durante i quali sono presenti tutte le misure per ridurre qualsiasi rischio garantendo ai partecipanti assistenza in caso di necessità di primo soccorso, assistenza in loco o telefonica da parte di referenti sanitari qualificati, possibilità di collegamento anche in zone non servite dal servizio gsm oltre ad una copertura assicurativa specifica per tali attività.

Godetevi quindi la Murgia, ma fatelo in sicurezza! – Enjoy Murgia, safely!

 

Tags: