La città portoghese di Lisbona ha vinto il riconoscimento di Capitale Verde Europea per il 2020. Il titolo di European Green Leaf 2019, che riguarda le città più piccole, va congiuntamente alle città di Cornellà de Llobregat in Spagna e Horst aan de Maas nei Paesi Bassi. Questi prestigiosi titoli sono stati conferiti durante una cerimonia a Nijmegen (la Capitale Verde Europea 2018, mentre Oslo lo sarà nel 2019) dal Commissario per l’Ambiente, gli Affari Marittimi e la Pesca, Karmenu Vella.

La giuria ha stabilito che Lisbona può diventare un modello di riferimento in tutta l’UE, dimostrando chiaramente che sostenibilità e crescita economica vanno di pari passo. È stata la prima capitale in Europa a firmare il Nuovo Patto dei Sindaci per i Cambiamenti Climatici e l’Energia nel 2016, dopo aver ottenuto una riduzione del 50% delle emissioni di C02 (2002-14), riducendo il consumo energetico del 23% e il consumo di acqua del 17% dal 2007 al 2013, con una delle reti più grandi al mondo di punti di ricarica per veicoli elettrici, mentre il 39% della flotta di auto municipali è elettrica.

La città spagnola di Cornellà de Llobregat invece è stata elogiata per il suo impegno verso modalità di trasporto e misure per la gestione idrica sostenibili, e la città olandese di Horst aan de Maas è stata riconosciuta per la sua strategia urbanistica inclusiva e per la sua estesa rete di trasporti pubblici.

Fonte: Europuglia