L’assessore Sebastiano Leo ha incontrato nei giorni scorsi, a Roma, il sottosegretario Rughetti, per discutere delle opportunità che derivano dal testo del decreto Madia per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili.

Nel corso dell’incontro è stato reso noto che per incentivare la stabilizzazione degli lsu sarà consentito ai Comuni che abbiano disponibilità di posti in dotazione organica, di assumere tanto a tempo pieno quanto a tempo parziale, in deroga al blocco delle assunzioni previsto dal patto di stabilità.

I Comuni potranno, inoltre, utilizzare le risorse regionali previste per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili.

“Nei prossimi giorni – fa sapere l’assessore con delega al Lavoro e alla Formazione Sebastiano Leo – incontreremo le rappresentanze sindacali e quelle delle municipalità pugliesi allo scopo di procedere il più rapidamente possibile a una strategia assunzionale che metta fine a una precarietà di Stato che perdura da troppo tempo.

Ci siamo assunti – prosegue l’Assessore – un impegno con gli lsu pugliesi e intendiamo portarlo a termine. Di concerto con gli uffici regionali abbiamo condotto fin qui un lavoro costante, talvolta silenzioso che ci consentisse di dialogare con il Ministero della Funzione Pubblica. Ora ci aspettiamo un’assunzione di responsabilità da parte di ciascuna istituzione, per dar seguito a un processo di stabilizzazione troppo a lungo negato, che vogliamo assicuri dignità a questa categoria di lavoratori troppo a lungo dimenticata, che ha provveduto in questi ultimi vent’anni, in molte circostanze, al funzionamento delle macchine amministrative dei comuni, senza averne il giusto riconoscimento.”

Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia – Sistema Puglia, Lavoro, Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia