I creatori di un nuovo sistema ecologico per il trasporto aereo ritengono che non vi sia innovazione nello sviluppo di nuovi modelli del futuro, e mirano a cambiare questa situazione.

Il progetto ACHEON (“Aerial Coanda High Efficiency Orienting-jet Nozzle“) ha ricevuto finanziamenti per 599 630 euro nell’ambito del programma “Trasporti” del 7° PQ. Il principale obiettivo è quello di sviluppare un’innovativa tecnologia industriale di propulsione, per un trasporto aereo rispettoso dell’ambiente.

ACHEON è un consorzio di aziende, università ed enti tecnologici e di ricerca provenienti da Italia, Portogallo, Regno Unito e Belgio. Il coordinatore scientifico del progetto è il professor Antonio Dumas dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (Unimore), Italia.

Il progetto si occupa di progettazione aeronautica e analisi fluidodinamica computazionale (CFD), in un tentativo di sviluppare ugelli di scarico per motori a reazione più efficaci per la propulsione. Si prevede che la prima valutazione tecnologica mirata alla validità del principio sarà presto pronta e ciò darà avvio a delle configurazioni aeronautiche mirate e adeguate.

Il progetto spera inoltre di esaminare diverse funzioni nelle configurazioni di progettazione, che verranno poi eseguite in vari software e simulazioni multifisiche. Si auspica che, entro la fine del progetto, saranno disponibili al pubblico video e animazioni per fornire dimostrazioni della validità dei concetti del sistema ACHEON.

Le altre aree su cui si concentrerà ACHEON comprendono gli aerei cargo e quelli passeggeri, gli aerei a reazione veloci, i piccoli velivoli e il progresso delle aeronavi per il trasporto.

Attualmente il consorzio sta creando collaborazioni industriali con produttori di motori e aerei, e integratori di sistemi. Questo permetterà di far avanzare il progetto oltre la fattibilità scientifica, verso l’obiettivo di progresso tecnologico nello sviluppo e nella validazione delle loro idee.

Il progetto descriverà la loro visione per il futuro del consorzio MAAT (Multibody Advanced Airship for Transport), che sta organizzando una conferenza stampa e un workshop intitolato “Cruiser/ feeder airship and innovative propulsion for greening the future EU transport” (Aeronave cruiser/feeder e propulsione innovativa per rendere più ecologico il trasporto UE del futuro).

Tra gli argomenti trattati ci saranno i dirigibili a idrogeno da alta quota, il futuro dell’aeronautica verde, sistemi a energia rinnovabile per i dirigibili e metodi di modellazione e ottimizzazione al computer nello sviluppo del trasporto aereo rispettoso dell’ambiente.

Il workshop è organizzato congiuntamente da ACHEON e CROP (“Cycloidal Rotors for Propulsion of Future Air-Vehicles”).

Fonte: Cordis – Sistema Puglia, Ambiente e Sviluppo Sostenibile, Imprese, Sportello Europa – Redazione Sistema Puglia