È apparso nei giorni scorsi, per le vie del paese, e nella giornata di ieri sulla pagine Facebook dei tre gruppi di opposizione in Consiglio Comunale, un manifesto con il quale le minoranze provano a smascherare le “bugie” dell’Amministrazione Di Medio sulla tassa rifiuti.

«Aumentano la tassa rifiuti e le bugie», titola il manifesto. PrimaVera Cassano, SìAMO Cassano e Più Cassano sottolineano che la tassa rifiuti aumenta di circa il 10%.

«Sarebbero i cittadini “sporcaccioni” la causa degli aumenti a detta di Briano e Giustino – scrivono i gruppi di opposizione – e attribuiscono il costo per effettuare le bonifiche a questi aumenti», ma «dimenticano di aver perso un finanziamento di 25.000 euro della Regione per effettuarle».

«Quanto pagheremo in più?». È dunque la domanda che pongono le minoranze: «per un’abitazione di 100 metri quadrati con 3 persone – spiegano – ci sarà un aumento di circa 13 euro. Un negozio di 100 metri quadrati pagherà in più circa 16 euro. Un’autofficina pagherà in più per ogni 300 metri quadrati di superficie circa 50 euro».

«I cittadini che fanno la differenziata non vengono premiati – chiosa il manifesto – ma colpevolizzati e tartassati. La verità è che bisogna premiare i cittadini e non penalizzarli. Chi ci governa non sa amministrare e cerca di scaricare sugli altri le proprie responsabilità».

 

Tags: , , , , ,