il percorso “Sara.97” dell’escursione di domenica 4 marzo (foto Trekking Cassano)

«In tutte le stagioni, il nostro territorio è sempre in grado di regalare emozioni mostrandoci gioielli naturalistici di rara bellezza che rendono le nostre murge un ricco habitat, invidiato a livello internazionale per la concentrazione di specie di orchidee spontanee. Ritengo che se queste preziose peculiarità murgiane fossero opportunamente valorizzate, potrebbero focalizzare l’attenzione del turismo escursionistico, un ricco “business” capace di rilanciare la nostra economia locale e fornire opportunità di lavoro a molti giovani», così Nicola Diomede, coordinatore del gruppo Trekking Cassano, nel presentare l’escursione prevista per domenica prossima, 4 marzo, quando i tekkers cassanesi saranno tra Quasano e Lama della Città per ammirare una “regina delle orchidee spontanee murgiane”, la “Barlia robertiana” o “Himantoglossum robertianum”.

Questa specie, spiega ancora Diomede, è già stata “incontrata” dal gruppo Trekking Cassano in una delle passeggiate di fine gennaio nelle sue prime timide fioriture: questa orchidea spontanea è definita “regina” per il portamento maestoso della sua spiga e per la varietà cromatica di pigmentazione che assume e che va dal bianco delle albine, al verde ed al viola.

«Un paio di domeniche fa in escursione – continua Diomede – ci è capitato di fotografarne molte anche sulle colline adiacenti l’abitato di Cassano, circondate purtroppo da cumuli di spazzatura; un significativo ed imbarazzante modo di valorizzarle oltre che un vero oltraggio all’ambiente!», ma per domenica prossima, 4 marzo, il gruppo Trekking Cassano visiterà un’area particolarmente ricca di queste splendide orchidee, su un anello di circa 9 km, nel Parco Nazionale dell’Alta Murga, a sud-ovest di Quasano, lungo piste sterrate e murgia pietrosa ricca di querce, anche secolari, e una lama con l’antica Masseria Lamadenza, fino a costeggiare il Bosco Comunale di Bitonto.

L’appuntamento è come sempre alle ore 8:00, nei pressi del Liceo Scientifico di Cassano, muniti rigorosamente di scarpe da trekking necessarie sulle asperità murgiane, per il successivo trasferimento a Quasano (distante 20 km), la sosta auto e la partenza a piedi.

Coloro che vengono da Bari ed Altamura, possono attendere l’arrivo del gruppo cassanese (ore 8:30) allo svincolo di Mellitto, uscita dalla SS 96 (Bari-Altamura) per Quasano-Bitonto (SP 89).

Il termine escursione è previsto per le ore 13:00.

 

Tags: , , ,