il percorso “Sara.57/b” dell’escursione di sabato 21 luglio (foto Trekking Cassano)

Trekking Cassano si prepara ad una nuova escursione crepuscolare, seguendo un percorso, previsto per sabato prossimo, che è stata già oggetto di passeggiate solo di giorno ed in particolare nel periodo primaverile, «per la sua caratteristica di “paradiso alimurgico” quindi perfetta per escursioni tematiche alla riscoperta delle nostre piante spontanee», spiega il coordinatore del gruppo, Nicola Diomede: «un sito – aggiunge – di notevole valenza naturalistica, con ricchi habitat e boschi di querce che ospitano, tra l’altro, la rara e splendida Rosa di montagna (Paeonia mascula), ma purtroppo anche deturpato dal sempre diffuso sport dell’abbandono rifiuti, con alcuni cumuli di amianto!

Esploreremo perciò – continua Diomede – questa splendida area naturalistica sull’alveo asciutto del torrente Badessa, su cui defluisce gran parte della pioggia raccolta dalla rete idrografica murgiana a sud-ovest di Cassano e che poi si fonde, alle porte di Carbonara, con il torrente Baronale originando il più (tristemente) noto Picone, attualmente regimato nel canale Lamasinata ma che, nei secoli scorsi, attraversava Bari con periodici allagamenti e vittime.

È bene ricordare che la nostra Foresta Mercadante deve la sua nascita all’esigenza di limitare questo abnorme e periodico afflusso di pioggia che dal gradone murgiano defluiva verso Bari, quale provvedimento deciso dopo l’evento alluvionale del 6.11.1926 che causò 19 morti e indusse ad emanare il Regio decreto del 30.12.1926 n.3287: “Provvedimenti da adottare per il bacino del torrente Picone, in dipendenza dell’alluvione nell’abitato e nella provincia di Bari, confinante a Nord con la provinciale Cassano-Altamura, a Sud con la località Femmina Morta e ad Ovest con quelle di Chinunno e Monsignore”.

Seguì il R.D. 8.12.1927 che prevedeva l’adozione di una serie di provvedimenti, tra i quali l’esecuzione di opere di sistemazione idraulico-forestali nel bacino del Badessa, in sinistra del torrente Picone, in agro di Cassano delle Murge».

Fatti questi brevissimi cenni di storia, possiamo tornare all’escursione: il percorso previsto è di circa 7 km (Difficoltà E, Escursionisti) e seguirà un tracciato misto con molti tratti di fuori pista un po’ accidentato con erba, pietre, cardi e qualche arbusto spinoso (che impongono l’uso di scarpe da trekking e pantaloni lunghi per la difesa di caviglie e polpacci), tra le contrade Malatesta e Grottagliglio.

L’appuntamento è alle ore 18:30, presso il Liceo Scientifico di Cassano in via Padre Centrullo, per il successivo trasferimento all’area di parcheggio e partenza a piedi.

Il termine dell’escursione è previsto per le ore 23:00 circa. Seguirà il solito spuntino condiviso sotto le stelle.

 

Tags: , , ,