Si è conclusa lo scorso 30 maggio, a Nizhny Novgorod, nella Federazione Russa, la XXII Sessione della “Task Force italo-russa sui distretti e le PMI“.

La Task Force italo-russa è un Forum economico-istituzionale presieduto dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano e dalla Rappresentanza Commerciale russa, nel quale sono rappresentate le Regioni, le Università, i Centri di ricerca, le Associazioni di settore, le Camere di Commercio e le imprese di entrambi i Paesi.

Folta la delegazione italiana, guidata dal MiSE, presente all’attuale edizione e composta da rappresentanti di Amministrazioni centrali, Regioni, enti preposti all’internazionalizzazione, 11 associazioni di categoria, 3 Università, 6 banche e 69 imprese.

Della delegazione russa fanno parte i rappresentanti di 21 Regioni Russe, tra le quali la Regione di Mosca, di San Pietroburgo, di Nizhny Novgorod e la Repubblica del Bashkortostan.

“La Federazione Russa è un partner commerciale importante per l’Italia- sottolinea il Vice Ministro Carlo Calenda – come dimostra anche l’andamento dell’interscambio bilaterale nel decennio 2003-2012, che ha registrato un aumento di valore del 134,5%, passando da € 12 mld del 2003 al valore record di € 28,3 mld del 2012. La Federazione Russa costituisce un mercato dalle grandi potenzialità per le imprese italiane e la Task Force si propone di promuovere non solo gli scambi commerciali, ma anche il partenariato industriale e gli investimenti sui reciproci mercati, creando un contesto istituzionale propizio soprattutto per l’attività delle piccole e medie imprese”.

Il coinvolgimento delle Regioni e un approccio territoriale diversificato sono tra i principali atout della Task Force: basti pensare che le ventidue edizioni realizzate finora sono state organizzate in 9 diverse Regioni russe (Chuvashia, Tatarstan, Krasnodar, Pensa, Lipetsk, Kaluga, Ulyanovsk, Bashkortostan. Nivzhny Novgorod) e in 8 diverse Regioni italiane (Lazio, Friuli, Veneto, Campania, Liguria, Puglia, Sicilia e Marche), ma alle riunioni hanno partecipato rappresentanti ed imprese di 54 Regioni russe e di tutte le Regioni italiane.

Durante ogni sessione della Task Force sono stati firmati, oltre a un Protocollo ufficiale, anche- e in numerosi campi- Accordi, Memoranda of Understating, intese tra privati e sono presentati progetti di collaborazione.

A Nivzhny Novgorod sono stati discussi 178 progetti di collaborazione, rispettivamente 61 italiani e 117 russi, nei settori delle energie alternative, della meccanica, del legno-arredo, del turismo e della logistica.

La prossima sessione, la XXIII, si svolgerà in autunno a Torino.

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico – Sistema Puglia, Internazionalizzazione, Imprese – Redazione Sistema Puglia