fbpx

20 marzo, Giornata della felicità: «stiamo a casa… distanti ma uniti…». Il Club per l’UNESCO ringrazia gli operatori sanitari. Tra questi una socia cassanese

dal Club per l’UNESCO di Cassano delle Murge

(foto Google)

«State a casa». «Distanti ma Uniti».

Queste alcune delle più importanti raccomandazioni che stanno unendo l’Italia da alcune settimane. Il Virus, Covid 19, si è diffuso “senza distinzione alcuna per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere di origine nazionale o sociale di ricchezza, di nascita o di altra condizione”.

Il virus ha agito nel pieno rispetto dell’art.2 della Dichiarazione dei Diritti Umani. La stessa all’art. 1 sancisce che «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza».

Siamo tutti consapevoli di essere parte di un’unica FAMIGLIA UMANA.

Il 20 Marzo sarà la Giornata Mondiale della Felicità, istituita nel 2012 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nella consapevolezza di come la ricerca della felicità sia uno scopo fondamentale dell’umanità.

«Potrebbe apparire quasi assurdo parlarne in questo 2020, momento così drammatico per tutti… È DIFFICILE FESTEGGIARLA IN UN MOMENTO COSÌ DRAMMATICO?». Così ci scrive la Presidente Nazionale della FICLU, Teresa Gualtieri, in una lettera indirizzata alla grande famiglia dei Club per l’UNESCO in Italia. Forse sì, ma è proprio in queste circostanze che si misura la nostra crescita personale verso i valori universali UNESCO. Nel nostro piccolo seguiamo con attenzione la pressione a cui sono sottoposti reparti ospedalieri e tutto il personale sanitario in questo delicato e terribile momento che ricorderemo come “IL TEMPO DEL CORONAVIRUS”.

Di questo tempo, in particolare ricorderemo “IL CORAGGIO E LA FELICITÀ AL TEMPO DEL CORONAVIRUS”: il coraggio, la dedizione, la professionalità dei medici e di tutto il personale e nel contempo la felicità che traspare nei loro occhi o nelle poche parole per un successo, anche parziale della loro azione “per gli altri”.

Tra i Medici in prima linea abbiamo anche una socia del Club per l’UNESCO di Cassano, la dott.ssa Anna Giannelli che opera nell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie, nel Reparto di Malattie Infettive.

In questo particolare momento, a tutti gli operatori sanitari va il nostro ringraziamento per la loro risaputa e confermata umanità ed alta professionalità, dedizione e competenza con cui affrontano il loro quotidiano lavoro. Non possiamo che esprimere a nome di tutti noi e dell’intera comunità gratitudine e riconoscenza.

Questo è un piccolo contributo del Club per l’UNESCO di Cassano, per invitare tutti a ricercare insieme, in questa GIORNATA MONDIALE DELLA FELICITÀ per infonder più SPERANZA, PIÙ FORZA a tutti gli operatori sanitari e a tutti coloro che operano in prima linea per difendere la nostra salute. Un piccolo contributo al raggiungimento della FELICITÀ che passa dalla lotta ad un nemico invisibile che non conosciamo e che vinceremo se resteremo uniti.