di Vito Surico

un tiro di Alemão Glaeser, tra i più attivi in avvio di gara (foto di Alessandro Caiati)

L’Atletico Cassano deve accontentarsi di un pareggio nella prima uscita stagionale al PalAngelillo: la gara valida per la 2ª giornata del campionato di Serie B contro il Futsal Canosa termina 3-3.

Lopopolo, tanta sfortuna e quelli che ormai sono i classici errori sotto porta hanno condannato i biancocelesti al primo pareggio stagionale: pareggio che, per un certo verso, vale qualcosa in più visto che gli uomini di mister Guarino dopo aver dominato il primo tempo lasciando le briciole agli ospiti, sbagliando un tiro libero e senza sfruttare la superiorità numerica, hanno visto i canosini portarsi addirittura sul 3-0 nei primi dieci minuti della ripresa. Una grande reazione e la spinta del pubblico del PalAngelillo hanno consentito ai “pellicani” di riacciuffare il risultato, sfiorando la vittoria proprio sul gong.

Ancora senza Rodrigues Miani (che ha scontato la seconda e ultima giornata di squalifica) e Dibenedetto (tornato a correre da poco più di una settimana), Guarino si affida a Vallarelli, Egea, Garrote, Manzalli e Alemão Glaeser.

Nei primi minuti le due squadre si studiano a lungo fino a quando, al 3’ è proprio Alemão Glaeser a rompere gli indugi con un tiro dalla distanza che va sopra la traversa. Vicecapitano sugli scudi in questa fase iniziale: prima è Lopopolo a negargli il gol, poi è nuovamente impreciso. Dall’altra parte Zafra e Rueda chiamano al facile intervento Vallarelli.

L’Atletico Cassano prende subito in mano il pallino del gioco, manovra e arriva al tiro con Egea prima e Garrote poi ma Lopopolo chiude come poi su un tentativo di Rotondo a conclusione di una bella azione nata dai piedi di Garofalo, accompagnato da Manzalli.

Mazzone vince un rimpallo con Garrote ma, solo davanti a Vallarelli, non inquadra lo specchio della porta. Lopopolo nega ancora il gol a Rotondo in due occasioni mentre Garofalo al volo, sugli sviluppi di un corner, calcia alto.

L’Atletico Cassano cerca la via del gol con un ottimo fraseggio tra Garofalo, Barbosa e Manzalli con quest’ultimo fermato dall’onnipresente Lopopolo.

Rotondo calcia alto il tiro libero (foto di Alessandro Caiati)

A un minuto dal termine della prima frazione di gioco Rotondo viene atterrato a centrocampo da Mazzone, in concorso con Rueda, ma il fallo è evidentemente del numero 9 ospite. Per gli arbitri, invece, è dello spagnolo che viene espulso. Tiro libero per i biancocelesti che Rotondo manda alle stelle. Con l’uomo in più gli uomini di Guarino impattano sempre su Lopopolo che neutralizza i tentativi di Garrote, Alemão Glaeser e Egea.

In avvio di ripresa il film è sempre lo stesso: l’Atletico Cassano attacca, il Futsal Canosa è chiuso e Lopopolo è una saracinesca.

Al 5’ si sblocca il match con Elia che sfrutta a dovere un assist sul secondo palo di Mazzone.

Rotondo prova a ristabilire subito la parità con un pallonetto dentro l’area ma Lopopolo alza in angolo. Barbosa, da fuori area, calcia alto.

Un retropassaggio di Egea a Vallarelli, all’8’, regala la punizione di seconda agli ospiti che ne approfittano e trovano la rete del 2-0 con Bruno. Guarino non ci sta e inserisce subito Manzalli per Vallarelli nel ruolo di portiere di movimento: l’Atletico Cassano cerca il gol senza fortuna impattando contro il solito Lopopolo e subendo la rete del 3-0 per un errore in fase di costruzione di Egea che regala il pallone a Mazzone.

Risultato decisamente troppo pesante per i “pellicani” che finalmente si scuotono e sempre con il quinto uomo di movimento in campo, tornano in partita grazie a un tiro di Garofalo dalla destra che finisce alle spalle di Lopopolo, complice una deviazione.

l’esultanza di Alemão Glaeser con i tifosi dopo la rete del 3-3 (foto di Alessandro Caiati)

A 6’ dal termine Mazzone tocca con la mano e viene ammonito per la seconda volta ed espulso. Con l’uomo in più i biancocelesti insistono con il portiere di movimento (prima Barbosa, poi Rotondo) e trovano il gol con Garrote al 16’, dopo diversi interventi di Lopopolo su Manzalli, Alemão Glaeser e Barbosa. Trenta secondi dopo Alemão Glaeser trova la rete del pareggio.

È un assalto fino al suono della sirena con Rotondo che, proprio allo scadere, non riesce a deviare alle spalle di Lopopolo il lungo lancio di Vallarelli.

Finisce con un pareggio che lascia i biancocelesti con l’amaro in bocca per la quantità di occasioni create ma non sfruttate con la giusta cattiveria. Il gioco c’è e a chi è sceso in campo non si può rimproverare nulla: ora testa al Futsal Ruvo per tornare subito alla vittoria.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Antonio Garrote (foto di Alessandro Caiati)

Al suo quarto gol in tre partite ufficiali finora disputate (tre in due gare di campionato) Antonio Garrote è finora il miglior marcatore biancoceleste: «sì, sto migliorando settimana dopo settimana – afferma lo spagnolo – ma quello che conta è il risultato della squadra e oggi non posso dirmi contento perché abbiamo lasciato due punti in casa. Questo, secondo me, è un mezzo passo indietro. Ho segnato, sto giocando molto, faccio di tutto per cercare il gol, ma quando la palla non vuole entrare, non entra e basta».

La gara poteva finire peggio, ma una grande reazione e la voglia di non perderla immeritatamente hanno consentito ai biancocelesti di agguantare il pareggio: «abbiamo fatto di tutto per vincere – commenta il numero 10 – nel primo tempo loro hanno calciato due volte in porta, mentre noi in tutta la partita avremo fatto una quarantina di tiri. Il loro portiere, secondo me, ha fatto la differenza. Quando siamo andati in svantaggio siamo calati un po’ mentre dovevamo recuperare subito la partita. Abbiamo preso un gol su punizione, poi il terzo che potevamo evitare ma è nato da un errore forse dovuto alla fretta: quando una squadra perde fa di tutto per recuperarla. Poi abbiamo trovato il pareggio: non era facile dopo il 3-0».

Ora testa al Ruvo, una settimana per prepararla al meglio cercando di lavorare sugli errori commessi: «dobbiamo andare a fare il nostro gioco ovunque. Nelle tre partite che abbiamo giocato abbiamo sempre dominato, ma segnato poco. Arriverà la partita in cui magari ogni tirò entrerà, sono sicuro, perché così è il calcio».

Quello che non è mancato, ancora una volta, è il sostegno e il calore del pubblico cassanese che per tutti i quaranta minuti ha incitato e spinto i ragazzi a rimettere in piedi una partita che sembrava persa: «sono stati spettacolari – conclude Garrote – oggi posso solo dire che mi dispiace non avergli regalato una vittoria perché ci hanno sostenuto fino alla fine. Abbiamo tutti voglia di vincere per loro, per noi stessi e per tutta Cassano».

Ai tifosi arriva anche il ringraziamento del presidente Michele Ruggiero: «oggi hanno fatto sentire la loro presenza al PalAngelillo, come tutta la città di Cassano in questi giorni. Oggi purtroppo non gli abbiamo regalato una vittoria ma i nostri avversari sono stati bravi a concretizzare il poco che gli abbiamo concesso. Noi, solo nel primo tempo, avremmo potuto fare quattro o cinque gol, ma il loro portiere è stato eccezionale: ha parato di tutto e di più. Nella ripresa abbiamo combattuto fino alla fine. Trovato il pareggio abbiamo anche provato a vincerla, ma il portiere è stato sempre bravo. I tre gol rimontati oggi dimostrano che questa squadra ha voglia di vincere. Dobbiamo dare fiducia a questi ragazzi. Sabato prossimo torna anche Rodrigues Miani che sarà sicuramente un valore aggiunto».

ATLETICO CASSANO – FUTSAL CANOSA 3-3 (pt 0-0)

ATLETICO CASSANO: 3. Satalino; 4. Volarig; 5. Rotondo (Cap.); 6. Petrosino; 7. Barbosa; 8. Garofalo; 10. Garrote; 11. Manzalli; 12. Vallarelli; 14. Zeverino; 16. Egea; 27. Alemão Glaeser. Allenatore: Cataldo Guarino

FUTSAL CANOSA: 21. Lopopolo (Cap.); 2. Masotina; 3. Ienne; 4. Morra; 5. Bruno; 6. Subrizio; 7. Blomberg; 8. Rueda; 9. Mazzone; 10. Zafra; 12. Elia; 17. Sciannamea. Allenatore: Gianluigi Trallo

ARBITRI: Giovanni Di Ruvo di Barletta, Davide Plutino di Foggia e Lorenzo Agostinelli di Bari (cronometrista)

MARCATORI: 4’47’’ st Elia (FC) – 7’47’’ st Bruno (FC) – 10’11’’ st Mazzone (FC) – 12’08’’ st Garofalo (AC) – 15’25’’ st Garrote (AC) – 16’08’’ st Alemão Glaeser (AC)

AMMONITI: 12’25’’ pt Egea (AC) per gioco scorretto – 12’55’’ pt Alemão Glaeser (AC) per gioco scorretto – 14’24’’ pt Bruno (FC) per gioco scorretto – 4’12’’ st Mazzone (FC) per gioco scorretto – 16’08’’ st Volarig (AC) dalla panchina – 18’12’’ st Rotondo (AC) per simulazione

ESPULSI: 18’49’’ pt Rueda (FC) per gioco scorretto – 13’49’’ st Mazzone (FC) per somma di ammonizioni – 18’41’’ st Trallo (allenatore FC) per proteste

NOTE: 18’50’’ pt Rotondo (AC) sbaglia un tiro libero

i risultati della 2ª giornata del campionato di Serie B 2017-2018 Girone F (fonte tuttocampo.it)

la classifica del Girone F della Serie B 2017-2018 (fonte tuttocampo.it)

 

Tags: , ,