fbpx

«Al peggio non c’è mai fine… (purtroppo). Ancor peggio l’Assessore ai Lavori Pubblici Giustino»

dai Gruppi consiliari di opposizione

un intervento del consigliere Teodoro Santorsola durante il Consiglio Comunale del 15 aprile (foto Facebook)

Ormai lo dicevamo: il Comune è una Babilonia! Oggi un’ulteriore conferma di cui avremmo voluto fare a meno, ma ci troviamo di fronte ad emerite nullità che, purtroppo, ci amministrano dopo aver ingannato il popolo con lo slogan della “buona amministrazione XTE”.

Se usassero, al contrario, un po’ di intelligenza nel fare piuttosto che nel parlare, forse qualche figuraccia se la risparmierebbero.

Dopo tutte le rassicurazioni del Sindaco (Scuola riqualificata con il finanziamento regionale entro il 18 settembre) diventate nel volgere di poche settimane – come prevedibile per uno che sa farsi un po’ di calcoli – una bufala, bene avrebbe fatto l’assessore Campanale a non alimentare dubbi e incertezze relativamente ad un edificio considesiderato capace di accogliere in sicurezza ed in ambienti salubri alunni e  personale tutto alla data del 18 settembre.

Né vale per il Geom. Campanale il qualificarsi come genitore perché non può dimenticare di essere al contempo un Assessore che,  dopo la figuraccia di m…a sulla proroga, ha il dovere di dare risposte certe e secche.

Possibile che non si renda conto che dando notizie incerte dimostra di non essersi occupato per nulla né dei lavori di riqualificazione né dei lavori di messa in sicurezza richiesti dalla ASL e dall’ingegnere della sicurezza della Scuola, tutti  invocati dal Dirigente Scolastico?

Ma c’è ancora di peggio: l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giustino, è completamente assente in una questione così travagliata e centrale nella vita della nostra comunità, problematica che investe il suo settore! Dov’è? Chi l’ha visto? Cosa ha fatto per vigilare sull’andamento della gara? Quanto ha sudato per indirizzare e controllare che le procedure di gara fossero state avviate per tempo e i lavori di riqualificazione con il finanziamento regionale fossero iniziati già dalla fine dell’anno scolastico ed ultimati con la consegna di un edificio scolastico bello, riqualificato ed innovato già al 18 settembre 2019?

Era questo l’impegno assunto dall’Amministrazione Di Medio quando l’anno scorso sciaguratamente si accorsero di non avere tempo e si decise di rinviare a quest’anno con il favore della proroga regionale. E ora? Punto e a capo e Campanale parla di gufi quando dovrebbe con il Sindaco e la maggioranza tutta nascondere la faccia per la vergogna.

La Preside, con un altro comunicato, ancora una volta smentisce totalmente le affermazioni dell’amministrazione comunale tanto da arrivare a consegnare le chiavi della scuola media. Cosa vorrà significare un gesto così eclatante? Certamente che quelle dell’amministrazione ad oggi sono chiacchiere di fronte ad una responsabilità da gestire.

Chiacchiere pagate con le tasche dei cassanesi. Gli amministratori, a giusta ragione percepiscono un’indennità economica mensile dal bilancio comunale che si forma con le tasse che il popolo paga. Ed è giusto che l’impegno pubblico sia ripagato. È anche vero però, che hanno il dovere di dimostrare alla città di meritare lo stipendio di Sindaco e di Assessore per l’impegno che profondono.

Secondo voi, questi amministratori meritano lo stipendio che da tutti i cassanesi percepiscono mese per mese?