fbpx

Al via la call per i voucher dell’innovazione di Blue_Boost

Cinquantamila euro per realizzare in Puglia cinque progetti di innovazione nei settori dell’economia del mare. È ciò che offre a piccole e medie imprese (pmi) ed esperti la call per i voucher dell’innovazione del progetto Blue_Boost, finanziato dal programma europeo Interreg Adrion.

Si tratta di un unico bando internazionale, con una dotazione complessiva di € 350.000, suddivisa tra i sette partner del progetto, per cui la Regione Puglia, attraverso l’ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, finanzia cinque progetti, con un importo massimo di € 10.000 ciascuno.

I voucher offrono la possibilità alle piccole e medie imprese e startup di esplorare un’opportunità di business o risolvere un problema attraverso un’innovazione di piccola scala, acquisendo know-how ed expertise da parte di “fornitori di conoscenza”.

I progetti possono includere tutti gli stadi del ciclo dell’innovazione – a livello tecnico, organizzativo e commerciale – come ad esempio l’ideazione, la prototipazione, il trasferimento tecnologico, la brevettazione, la commercializzazione.

Possono partecipare al bando pmi e startup con sede operativa in Puglia e status giuridico indipendente (sono cioè esclusi i consorzi), che operino in almeno uno dei settori dell’economia del mare individuati dalla Puglia, tra cui pesca e acquacoltura, turismo costiero e marittimo, cantieristica navale e nautica da diporto.

Per candidarsi, un’impresa deve presentare un progetto di innovazione e indicare il knowledge provider che l’aiuterà a svilupparlo, tra quelli registratisi nel database di Blue_Boost, disponibile online su https://blueboost.unicam.it/, che raccoglie enti di ricerca e sviluppo, imprese qualificate nei settori dell’economia blu e agenti dell’innovazione (tra cui, ad esempio, i fab lab).

Il bando scade il 30 giugno 2019; tutte le informazioni sono disponibili al seguente link.

I progetti candidati saranno valutati da commissioni composte da rappresentanti del progetto ed esperti nei settori dell’innovazione dell’economia blu. Le pmi e i relativi fornitori di conoscenza avranno sei mesi di tempo per concludere i loro progetti innovativi, a partire dalla data di sottoscrizione del contratto che riconosce l’erogazione del voucher.

Fonte: ARTI Puglia