fbpx

Alla Regione Puglia premio per l’architettura in pietra a secco

architettura in pietraLa Regione Puglia vince l'”International Award Architecture in Stone“, per l’architettura in pietra a secco.

Il concorso giunto alla tredicesima edizione e organizzato da Veronafiere nell’ambito delle manifestazioni culturali della 48a Marmomacc (in programma a Verona da oggi al 28 settembre), premia le migliori opere realizzate negli ultimi anni con l’utilizzo di marmi e pietre naturali.

Il riconoscimento è stato attribuito alla Regione Puglia per la sezione dedicata all’Architettura Vernacolare in Pietra, all’interno della quale la giuria ha scelto di premiare l’architettura in pietra a secco dell’area mediterranea.

La Puglia infatti – si legge nelle motivazioni del premio – “è il territorio in cui questa cultura costruttiva ha prodotto la maggior varietà di tipologie architettoniche e modellato l’intero paesaggio“.

La cerimonia di premiazione si è svolta questa mattina a Verona, ma per valorizzare le opere premiate, Veronafiere ha organizzato una mostra durante la 48a edizione di Marmomacc e realizzato un catalogo bilingue (italiano-inglese) di grande pregio, nel quale sono illustrati i progetti vincitori.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone: “Questo riconoscimento – ha detto – oltre a premiare una regione che ha fatto dell’architettura in pietra a secco una caratteristica peculiare del suo paesaggio, valorizza il sistema produttivo pugliese che vede nell’estrazione e lavorazione della pietra uno dei settori più fiorenti della propria economia: una vera e propria eccellenza che la Puglia esporta in tutto il mondo con grande successo”.

Fonte: Ufficio Stampa – Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia