fbpx

Angiola: «400milioni ai Comuni italiani da investire sui territori». La misura interessa anche Cassano

di Nunzio Angioladeputato MoVimento 5 Stelle

una foto panoramica di Cassano delle Murge (foto d’archivio scattata da Vito Stano)

Con la nostra manovra l’attenzione per i territori ed il sostegno ai sindaci sono assolute priorità. Attiviamo un fondo da 400 milioni di euro per finanziare al 100% piccole opere nei comuni. Incentiviamo settori vitali come l’edilizia pubblica, la manutenzione e la sicurezza del territorio, la manutenzione della rete viaria, la prevenzione del rischio sismico e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali. In particolare introduciamo un contributo di 40mila euro per i comuni fino a 2 mila abitanti, di 50mila euro per quelli fino a 5mila abitanti, di 70mila euro per i comuni fino a 10mila abitanti e di 100mila euro per quelli fino a 20mila abitanti.

Questi maggiori investimenti locali si vanno ad aggiungere ad 1 miliardo di maggiori fondi derivanti dallo sblocco degli avanzi di amministrazione per i comuni virtuosi. Con queste misure diamo ossigeno agli enti territoriali massacrati dalle politiche fallimentari del passato.

Abbiamo previsto la revoca degli stanziamenti in caso di mancato rispetto delle scadenze per dare impulso immediato agli investimenti nelle infrastrutture. Le risorse verranno stanziare per il 50% all’avvio dei lavori e per il restante 50% dopo l’invio del certificato di collaudo: è un meccanismo di controllo importante che abbiamo stabilito per garantire sicurezza e regolarità degli interventi di riqualificazione urbana. Inoltre, grazie a questa norma sarà più facile sbloccare anche le spese di progettazione e quindi l’iter dei lavori sarà più snello. Il Paese ha bisogno di interventi strutturali per opere pubbliche di riqualificazione e di manutenzione straordinaria, tenendo conto delle specifiche esigenze dei territori. Finanzieremo solo progetti aggiuntivi rispetto a quelli inseriti nei programmi territoriali, quindi nuove opere per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Con il piano di investimenti in piccole opere pubbliche diffuse sui territori l’Italia torna ad investire nel proprio futuro. Dopo anni di sole parole, continuiamo a produrre fatti concreti.

Ci mettiamo di disposizione di quei primi cittadini che, nell’interesse delle loro collettività, volessero approfondire la nuova misura.