fbpx

Antenne, rifiuti, scuola. I gruppi di minoranza: «andamento lento e dannoso»

dai Gruppi consiliari di opposizione

(foto d’archivio)

Il 19 agosto si è tenuta la terza Commissione incentrata sul tema delle ulteriori antenne che si vorrebbero installare intorno al paese.

I consiglieri Santorsola e Del Re hanno posto il problema fondamentale del malfunzionamento dell’ufficio tecnico, causa di tante questioni irrisolte e da cui dipendono le attività atte a scongiurare l’installazione di altre dannosissime antenne sul nostro già abusato territorio comunale.

Per non parlare, inoltre, della cura, della manutenzione e del decoro in paese, che non vengono eseguiti, la non più sostenibile questione dei rifiuti che invadono il nostro comprensorio, alle pratiche per le attività produttive ferme al palo da mesi, ai lavori della scuola media che ancora non cominciano.

Tutto ciò è dovuto esclusivamente alle scelte politiche dell’amministrazione Di Medio che, anziché potenziare l’ufficio tecnico, lo ha indebolito anche con la rimozione dell’ingegnere comunale Domenico Petruzzellis rimpiazzandolo con un ingegnere di Sannicandro.

La prova provata è data dal fatto che l’istanza per realizzare altre antenne nel nostro comune è del marzo 2019, ma soltanto a luglio le forze politiche di opposizione vengono convocate e, si badi bene, su richiesta da parte delle stesse.

E l’amministrazione in questi 6 mesi cosa ha fatto? Dormiva?

Le forze politiche di opposizione, così, nella riunione di commissione, hanno chiesto la verifica urgente degli impianti emissivi già esistenti sul territorio cassanese e di analizzare le autorizzazioni rilasciate. 

Quindi procedere con una mappatura, una ricognizione preliminare delle emissioni e aggiornare gli atti di pianificazione comunale.

Per le minoranze punto fermo è che il Sindaco blocchi le richieste avanzate di nuovi ripetitori senza se e senza ma!

Ma definiamo “flebile” ed ambiguo l’approccio tenuto dalla Di Medio.

Una gestione pessima: antenne, rifiuti e il cantiere della scuola media, tre temi “bollenti”, gestiti con superficialità.

Abbiamo assistito solo a delle letterine inviate dalla Di Medio e dal suo assessore Briano che in sostanza hanno prodotto il NULLA!

Peraltro, per poter discutere dei seri problemi dell’ufficio tecnico e del SUAP, che non funzionano, bisognerà aspettare il 3 settembre prossimo, data scelta dal consigliere Cavaluzzi per tenere la commissione competente, pur avendo tra le mani una richiesta di Santorsola e Del Re del 5 agosto che tutt’ora chiedono di affrontare il prima possibile tali problematiche.

Ormai è noto a tutti l’ andamento lento e dannoso della maggioranza Di Medio.

Nel frattempo Cassano muore…