fbpx

Approvati Regolamento della Consulta delle Associazioni e assestamento di Bilancio

la Sala Consiliare di Cassano delle Murge (foto d'archivio scattata da Annarita Mastroserio)
la Sala Consiliare di Cassano delle Murge (foto d’archivio scattata da Annarita Mastroserio)

Erano quattro i punti all’o.d.g. del consiglio comunale tenutosi ieri, 27 novembre: 1. Regolamento Albo e Consulta delle Associazioni Comunali. Modifiche. 2. Approvazione “Programma Comunale degli interventi per il Diritto allo Studio” per l’anno 2016. 3. Riconoscimento debito fuori Bilancio ex art.194 comma 1 lett. e) del D. Lgs. n.267/2000 per prestazione di servizi in occasione di eventi imprevedibili in materia di Protezione Civile. 4. Assestamento generale di Bilancio 2015.

In apertura dei lavori Maria Pia Di Medio, capogruppo dell’opposizione, ha reso noto quanto accaduto in occasione della riunione congiunta delle Commissioni consiliari per l’analisi del Nuovo Regolamento della Consulta: a dire dei consiglieri di minoranza, le sedute delle Commissioni non sarebbero aperte al pubblico e dunque non vi si potrebbe assistere se non invitati. Questo era vero sulla base dello Statuto Comunale dell’anno 2000, ma l’anno successivo l’Amministrazione rivide alcune norme dello Statuto comunale, rendendo pubbliche le sedute di Commissione come previsto dalla legge. Quindi l’obiezione sollevata era tanto fuori luogo quanto inopportuna.

Via quindi alle interrogazioni della minoranza (sei: deposito detriti in zona PIP area di sosta Via Padre Pio; intervento di ripristino e messa in sicurezza del territorio-strade; intervento di ripristino e messa in sicurezza caditoie; interventi di ripristino pubblica illuminazione; verde pubblico; telefonia fissa e connettività), prima di aprire le danze del consiglio che ha registrato l’assenza degli assessori Pignatale e Battista.

Al primo punto il tanto sospirato Regolamento dell’Albo e della Consulta delle Associazioni. L’Assessore Miriam De Grandi intervenendo ha precisato: «Abbiamo apportato modifiche, essendo nel nostro diritto, poi apprezzate dalle stesse associazioni», rigettando l’accusa di aver proposto un Regolamento diverso da quello presentato dalle associazioni nel 2011. Queste le principali modifiche: snellimento delle procedure di iscrizione all’Albo, più severità nell’estromettere associazioni che non partecipano alla Consulta e minore presenza dell’Amministrazione nella vita della stessa. L’assessore ha anche comunicato che delle vecchie 70 associazioni iscritte all’Albo hanno rinnovato l’iscrizione non più di 35 soggetti. Il punto è stato approvato all’unanimità.

Al secondo punto il Piano per il Diritto allo Studio per l’anno 2016. Il sindaco ha elencato i provvedimenti già presi e quelli programmati fra cui la manutenzione nelle scuole, l’ampliamento dell’offerta per la scuola senza zaino, il comodato d’uso gratuito dei libri agli  studenti medi; ha confermato che ci saranno aumenti nelle tariffe della mensa scolastica e dello scuolabus; ha, infine, spiegato che presso la scuola materna comunale “Regina Elena” dal prossimo anno scolastico saranno spostate alcune sezioni della Scuola dell’Infanzia di via Galletti. Anche questo punto è stato approvato all’unanimità, con l’opposizione che ha ribadito la contrarietà per gli aumenti di mensa e scuolabus.

Approvati anche il terzo punto (un debito fuori bilancio di poco più di 4mila euro (spese sostenute lo scorso anno durante l’emergenza neve), ed il quarto ed ultimo punto: un assestamento di poco meno di 90 mila euro fra maggiori entrate e maggiori spese che comunque rispettano l’equilibrio di Bilancio. Su quest’ultimo argomento c’è stato voto contrario della minoranza.