fbpx

AQP con la Diocesi Bari-Bitonto per Notti Sacre. Il mare e l’acqua occasione di pace, filo conduttore della rassegna

dall’Ufficio Stampa dell’Acquedotto Pugliese

Ne parlò San Francesco definendola “nostra signora acqua” nel Cantico delle creature. Ne ha parlato papa Francesco nell’enciclica Laudato si’.

Quasi mille anni e il tema dell’acqua si arricchisce di una nuova dimensione: quella di frontiera di pace. Un auspicio più che altro; un augurio, visto quanto accade oggi nel Mediterraneo, il grande mare che avvolge e lambisce nazioni e continenti. Meta ambita, e purtroppo anche luogo di spaventose tragedie, per i popoli in fuga dalla guerra e alla ricerca di una vita dignitosa, dove anche l’accesso all’acqua sia finalmente un diritto garantito.

Mediterraneo frontiera di pace. L’acqua risorsa di fraternità” è il tema della decima edizione di Notti Sacre, la rassegna di concerti, incontri e mostre, organizzata dalla diocesi di Bari-Bitonto e destinata ad animare le chiese del centro antico di Bari dal 21 al 29 settembre.

Per presentare la manifestazione, punto di riferimento tra i più significativi nel panorama delle rassegne culturali della regione, si è svolta una conferenza stampa, presso il Palazzo dell’Acqua a Bari, con la partecipazione dell’arcivescovo, mons. Francesco Cacucci, del direttore artistico della rassegna, don Antonio Parisi, del presidente di Acquedotto Pugliese, Simeone Di Cagno Abbrescia, del direttore AQP Water Academy, centro di eccellenza di cultura e formazione, Pietro Scrimieri, e dell’assessora al turismo del Comune di Bari, Ines Pierucci.

«Questa decima edizione di Notti Sacre è ispirata al tema dell’acqua. Acqua – ha spiegato mons. Francesco Cacucciintesa sia come elemento marino che come risorsa insostituibile per la sopravvivenza degli uomini. La diocesi di Bari-Bitonto è impegnata con Acquedotto Pugliese a ribadire la centralità di questo bene, fondamentale “strumento” di fratellanza e dialogo tra i popoli».

Concetto ripreso dal presidente di AQP, Simeone Di Cagno Abbrescia: «l’Acquedotto Pugliese è impegnato da tempo a sviluppare significative occasioni di collaborazione con la Diocesi di Bari-Bitonto. La partecipazione alla decima edizione di Notti Sacre rende più stretto e fecondo questo rapporto, costruito sulla necessità di tutelare e valorizzare l’acqua, un bene fondamentale e irrinunciabile per le sorti dell’intera umanità».

Il Mediterraneo come frontiera di pace, tema scelto per questa edizione di Notti Sacre, anticipa le linee che orienteranno il dibattito dell’incontro, promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana e presieduto da papa Francesco, che vedrà riuniti a Bari, dal 19 al 23 febbraio dell’anno prossimo, i vescovi e i patriarchi dei Paesi che si affacciano sulle coste del mare nostrum. Non solo un’occasione di dibattito interreligioso ma anche una straordinaria opportunità di approfondimento culturale.

«Il supporto offerto dalla nostra azienda all’allestimento del cartellone di Notti Sacre esprime pienamente la vocazione di Water Academy a connotare di contenuti culturali, non solo tecnici e scientifici, la propria attività. Aprendo al mondo esterno e cogliendo occasioni sempre più fitte di collaborazione con le istituzioni del territorio», ha detto il direttore di AQP Water Academy, Pietro Scrimieri.

A chiudere gli interventi don Antonio Parisi, direttore artistico della rassegna: «la collaborazione di Acquedotto Pugliese nell’organizzazione di Notti Sacre si rivela fondamentale per il successo della rassegna organizzata dalla Diocesi. Un successo testimoniato dal pubblico sempre più numeroso che, di anno in anno, affolla le chiese del centro storico, teatro dei vari eventi culturali».

Domani, dunque, lo start della manifestazione, che per la qualità degli appuntamenti e lo spessore degli ospiti si preannuncia all’altezza della sua consolidata tradizione.

«Un cartellone che conferma la vocazione della città ad essere centro vivo e propulsore di iniziative per rafforzare i legami tra i popoli e costruire occasioni di pace e prosperità», come ha detto l’assessora al turismo del Comune di Bari, Ines Pierucci, portando il suo saluto. Condivisione dello spirito dell’iniziativa e disponibilità a collaborare per il successo della stessa, sono state espresse dal presidente del primo municipio di Bari, Lorenzo Leonetti.