fbpx

At full blast! A tutto spiano

locandina-at-full-blastSarà inaugurata stasera, venerdì 28 marzo, alle ore 18.00, a palazzo De Mari ad Acquaviva delle Fonti, la mostra d’arte contemporanea di pittura, scultura, fotografia, installazione, video curata da Massimo Nardi, responsabile della sezione arte della rivista di storia letteratura e arte “Enkomion”, promotrice dell’iniziativa in collaborazione con “Il sito dell’Arte”.

L’evento, organizzato con il patrocinio del Comune di Acquaviva delle Fonti e della Regione Puglia, vede la collaborazione della Pro Loco “Cutromartino” e del Comitato Commercianti via Monsignor Cirielli.

Al vernissage parteciperanno il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, il vicesindaco Austacio Domenico Busto, l’assessore alla cultura Antonio Sardone, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il sociologo Maurizio Brunialti.

In mostra: Christian Loretti e Amedeo Del Giudice, rispettivamente con una mostra di scultura e di pittura; nel concorso di fotografia: Altobelli, Bambino, Bellino, Catalano, Cusano, D’Alessandro, De Santis, Di Lanno, Ditroilo, Fantetti, Fiantanese, Fusco, Gatti, Ingegno, Labianca, Laddago, Mastrogiacomo, Nardomarino, Pansini, Pastoressa, Regina, Simi, Spagone e Stufano. I video e le installazioni saranno a cura di: Carpignano, Chionna, Delli Carri, De Serio, Fusca, Giannini, Guaricci, Labianca, Liuzzi, Mascoli, Sannicandro, Sylos Labini, Sivilli, Spizzico e Venuto.

La giuria sarà composta da Nicola Amato (fotografo), Stefania Ferrante (giornalista) e Maurizio Brunialti (sociologo).

Massimo Nardi ha dichiarato: «AT FULL BLAST – A TUTTO SPIANO, un titolo che nasce dall’idea di far tornare “a vivere” il Teatro comunale di Acquaviva, da anni chiuso al pubblico, riaprendolo “con l’arte” affinché possa contribuire a valorizzare il territorio pugliese ed offrire ulteriore occasione di promozione dello sviluppo integrato tra cultura e turismo, facendo di Acquaviva delle Fonti una vetrina delle dinamiche artistiche-culturali della Puglia. L’iniziativa si propone, tra l’altro, di promuovere la produzione di giovani artisti di talento, ancora poco conosciuti, le cui opere meritano di essere affiancate a quelle dei Maestri di notevole spessore e presentate al grande pubblico. Trovo sia molto interessante mettere a confronto le varie esperienze artistiche e i vari stili e concetti di artisti giovani e meno giovani che creano assieme, in questa collettiva, una forza creativa energica e prorompente di linguaggi differenti e interessanti dove le tematiche sono tutte prese in considerazione.

AT FULL BLAST – A TUTTO SPIANO è una mostra patrocinata dal Comune di Acquaviva delle Fonti e promossa dalla rivista di Storia, Letteratura e Arte “Enkomion”, di cui sono responsabile del settore arte, edita dalla Messaggi edizioni, e vede la collaborazione della EDI Media Communication (editing e ufficio stampa)».

Riportiamo, infine, una breve presentazione dell’evento, scritta dal sociologo Maurizio Brunialti.

“AT FULL BLAST”. Arti visive a tutto spiano.

L’arte della società post-industriale è caratterizzata da un paradosso: da una parte richiama grandi numeri di appassionati, dall’altra crea molte perplessità e viene considerata “difficile”, a volte incomprensibile. Quella contemporanea, quindi, è un’arte scomoda, che richiede al suo pubblico un plus di impegno e di partecipazione, che richiede, insomma, una produzione di pensiero, un ruolo attivo da parte dello spettatore in relazione all’opera. Uno tra gli artisti più provocatori (e pertanto furbescamente “integrato”) sulla scena internazionale dell’arte contemporanea – Maurizio Cattelan -– afferma che «[…] la costruzione e la riuscita del lavoro stesso dipendono anche dal grado di interazione che si stabilisce con le persone con cui si viene a contatto. Cerco sempre di lasciare l’opera senza confini già demarcati, in modo che sia il rapporto con gli altri a completarla».

È, probabilmente, proprio in questo rapporto dialettico che si innesta la cifra, la specificità, delle nuove forme creative di espressione estetica.

Con lo stesso spirito e la medesima consapevolezza, la “chiamata alle arti” (pittura, scultura, fotografia, installazioni e video) organizzata ad Acquaviva delle Fonti “rischia” – per così dire – di diventare qualcosa in più di una collettiva d’arte contemporanea.

L’agitatore culturale Massimo Nardi, curatore degli eventi in programma, non lascia (nulla al caso), anzi raddoppia. Innanzitutto il numero delle location: Palazzo de Mari e il Teatro Comunale. Quest’ultimo, è bene ricordarlo, dopo circa trent’anni torna ad essere, almeno in parte, patrimonio della comunità locale e viene restituito oggi con funzione di spazio espositivo al dialogo e all’interazione con i cittadini e il territorio.

Come sostiene il filosofo Remo Bodei, «[…] l’opera d’arte  crea combinazioni sensoriali ed intellettuali che disincagliano il nostro sentire, il nostro pensare e la nostra sfera affettiva». Analogamente “AT FULL BLAST” e i suoi artisti – c’è da scommetterci – sapranno liberare le vibrazioni emotive e le suggestioni creative più intense entusiasmando, senza limiti di sorta, proprio come nel titolo dell’evento: “a tutto spiano”.