fbpx

Atletico Cassano: buona prova dei “pellicani” tra mille difficoltà. Ma alla fine vince la stanchezza

di Vito Surico

Caio, su calcio di rigore, segna il gol del momentaneo 2-2. Per il brasiliano una doppietta all’esordio stagionale

Non inganni il 6-2 finale: l’Atletico Cassano getta davvero il cuore oltre l’ostacolo ma il piccolo miracolo sportivo non riesce agli uomini di mister Roberto Chiereghin che, nel finale, si arrendono al Buldog Lucrezia nella partita valida per la 3ª giornata del Girone C di Serie A2, esordio stagionale per i “pellicani”.

I biancocelesti si sono resi protagonisti di una partita di sacrificio, giocando con ordine e carattere fino a metà del secondo tempo quando hanno cominciato ad accusare la stanchezza e a commettere errori che hanno inevitabilmente favorito i padroni di casa.

LA PARTITA

Mister Chiereghin deve rinunciare a quattro pedine fondamentali dal roster e porta nelle Marche appena cinque giocatori di movimento e un portiere, insieme a sei ragazzi dell’Under 19. Le rotazioni sono dunque limitatissime e chi scende in campo è chiamato agli straordinari.

L’Atletico Cassano parte con Dibenedetto, Perri, Caio, Zafra e Lana già in campo dopo una sola settimana di allenamento con i nuovi compagni.

La prima occasione della gara è sui piedi di Perri che, direttamente da calcio di punizione, prova a impegnare Corvatta senza però centrare lo specchio della porta.

Le due squadre si affrontano a viso aperto, ma il Buldog Lucrezia prova a fare la voce grossa con Vitale e Paludo che trovano la pronta opposizione di Dibenedetto mentre Moragas, solo al centro dell’area di rigore, non è preciso e calcia alto. Dall’altra parte è Caio, defilatissimo sulla sinistra, a chiamare in causa Corvatta.

All’8’ arriva il vantaggio dei marchigiani con Gonzalez che sfrutta a dovere un assist di Chiappori che atterra Perri (nettissimo il fallo del giocatore del Buldog Lucrezia, ammonito appena 30’’ prima) e lancia il contropiede dei suoi.

L’Atletico Cassano non ci sta e si riversa in attacco con Caio che è nuovamente fermato da Corvatta e Perri che, al volo, calcia di poco alto. Il pareggio è nell’aria e arriva al 13’ con un missile di Caio da centrocampo che il portiere avversario vede spegnersi nella propria rete. L’equilibrio, però, dura appena 27’’: Moragas riporta in vantaggio il Buldog Lucrezia con un’azione personale in banda sinistra, arriva in area e calcia beffando Dibenedetto che poi si oppone a Gonzalez evitando un parziale più pesante.

Nel finale della prima frazione di gioco Corvatta nega il gol a Perri mentre Lana si gira bene in area di rigore senza però trovare l’angolo giusto per il pareggio.

In avvio di ripresa l’Atletico Cassano prova a fare un pressing più alto, ma i padroni di casa ne approfittano in contropiede e uno straordinario Dibenedetto deve negare il gol a Girardi, Paludo, Mercolini e Severi.

I “pellicani” si rendono pericolosi con Lana su assist di Lorusso. Corvatta, poi, nel tentativo di fermare Perri al limite dell’area lo stende: per gli arbitri non ci sono dubbi, è calcio di rigore per l’Atletico Cassano. Sul dischetto va Caio che, con freddezza, batte il portiere avversario e riporta i suoi in parità.

Proprio come nel primo tempo, però, il 2-2 resiste appena 22’’: Paludo approfitta della confusione in area di rigore biancoceleste per mettere alle spalle di Dibenedetto. Poco dopo è Moragas, invece, a beffare l’estremo difensore dei “pellicani” concludendo nel migliore dei un’azione personale in banda sinistra.

Mister Chiereghin prova a ribaltare l’inerzia della gara inserendo subito Zafra nel ruolo di portiere di movimento, ma la stanchezza comincia a farsi sentire e sono due errori ingenui a permettere al Buldog Lucrezia di allungare a porta vuota, prima con Gonzalez, poi con Paludo che fissa il risultato sul 6-2 finale.

Un risultato bugiardo, come dicevamo, proprio per lo spirito di sacrificio e per la gran partita dei “pellicani” che, nonostante le difficoltà, hanno saputo rendersi protagonisti di una buona gara, cedendo solo alla stanchezza. Un buon punto di partenza per mister Chiereghin, nonostante il risultato, con la sicurezza che con il roster al completo i “pellicani” potranno dire la loro anche in questo campionato.

BULDOG LUCREZIA – ATLETICO CASSANO 6-2 (p.t. 2-1)

BULDOG LUCREZIA: Corvatta, Paludo, Vitale, Girardi, Moragas; Severi, Marinelli, Mercolini, Gonzalez, Evangelisti, Chiappori, Monti. Allenatore: Elia Renzoni

ATLETICO CASSANO: Dibenedetto, Perri, Caio, Zafra, Lana; Palmisano, Lorusso, Muca, Masi, Veneziani, Petruzzellis. Allenatore: Roberto Chiereghin

ARBITRI: Angelo Tasca di Treviso e Giacomo Voltarel di Treviso

CRONO: Martina Piccolo di Padova

MARCATORI: 8’15’’ pt Gonzalez (BL) – 13’31’’ pt Caio (AC) – 13’58’’ pt Moragas (BL) – 7’53’’ st Caio, rig. (AC) – 8’15’’ st Paludo (BL) – 11’43’’ st Moragas (BL) – 12’08’’ st Gonzalez (BL) – 13’13’’ st Paludo (BL)

AMMONITI: 3’19’’ pt Moragas (BL) per gioco scorretto – 7’30’’ pt Chiappori (BL) per gioco scorretto – 4’43’’ st Mercolini (BL) per gioco scorretto – 7’25’’ st Lana (AC) per gioco scorretto – 7’52’’ st Corvatta (BL) per gioco scorretto – 15’35’’ st Zafra (AC) per gioco scorretto

SERIE A2 2020/2021 – 3ª giornata Girone C – sabato 31 ottobre 2020, ore 16:00

Buldog Lucrezia 6-2 ATLETICO CASSANO
Giovinazzo Calcio a 5 RINVIATA Gisinti Pistoia
CLN CUS Molise 1-6 RCV Manfredonia
Futsal Capurso RINVIATA Futsal Cobà
Vis Gubbio 4-4 Tenax Castelfidardo
riposa: Tombesi Ortona

CLASSIFICA