di Vito Surico

capitan Paolo Rotondo. La sua esultanza dopo un gol messo a segno nella passata stagione (foto d’archivio scattata da Alessandro Caiati)

L’attesa e finita: domani, al PalaColombo di Ruvo di Puglia, il fischio d’inizio della stagione 2018-2019 con l’Atletico Cassano pronto a esordire nella Coppa della Divisione contro i padroni di casa del Futsal Ruvo.

Al lavoro da quasi un mese agli ordini di mister Parrilla, i “pellicani” sono già chiamati al primo dentro o fuori dell’anno e dovranno dimostrare, da subito, massima concentrazione e fame di vittoria.

L’anno scorso la Coppa della Divisione ha regalato una grande soddisfazione ai biancocelesti che hanno eliminato dalla competizione, al primo turno, gli allora vicecampioni d’Italia del Pescara C5. Quest’anno, però, le cose sono cambiate: l’Atletico Cassano, squadra di Serie A2, affronterà in trasferta una formazione di Serie B e le insidie non mancano, a partire dalla voglia dell’avversario di voler giocare un brutto scherzo ad una compagine di categoria superiore.

Niente cali di tensione, dunque, e lo sa bene Paolo Rotondo, confermato capitano biancoceleste da mister Parrilla durante la presentazione ufficiale della squadra alla città tenutasi lunedì scorso: «non dobbiamo sottovalutare nessuno – afferma il numero 5 – e già dalla prima partita mi aspetto un Atletico Cassano cinico e convinto di passare il turno».

Anche se, inevitabilmente, le gambe potranno essere pesanti visto il duro lavoro svolto in questi giorni dai ragazzi sotto la guida e lo sguardo attento dei mister Parrilla e Zeverino e del preparatore atletico Quadrelli, l’Atletico Cassano può partire dalla certezza di essere una formazione rodata: il roster, infatti, è rimasto pressoché invariato rispetto alla passata stagione, se escludiamo gli innesti mirati di Perri e Moraes e del portiere Casati, oltre che dell’allenatore argentino. «Questo mese ci è servito per conoscere bene e integrare i nuovi nel gruppo e per apprendere tattiche e ‘dritte’ di mister Parrilla – continua Rotondo – e sono sicuro che durante l’anno vedremo un Atletico Cassano che avrà tanta voglia di divertirsi e far divertire. Siamo ben coscienti che la Serie A2 non è la Serie B: cambia il livello, troveremo avversarie più attrezzate e molto preparate. Siamo in un girone difficile, come tutti d’altra parte, ma cercheremo di raggiungere più obiettivi possibili».

A partire dal superamento del primo turno di Coppa della Divisione che, l’anno scorso contro il Pescara C5, ha dato modo a Rotondo di dare un’ulteriore dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, della qualità e quantità che è capace di mettere a disposizione della squadra. Venti, in tutto, i gol segnati dal capitano nella passata stagione, molti dei quali nelle partite cruciali della stagione e, spesso, di pregevolissima fattura (come dimenticare le tre reti da cineteca del futsal messe a segno nella finale play off contro il Sagittario Pratola?). Capitan Rotondo, però, non è sazio e di cose da dimostrare ne ha ancora tante: «il mio obiettivo, per ogni nuova stagione, è sempre quello di migliorare e crescere rispetto a quella precedente. Perché nel futsal non c’è mai un apice e se credi di esserci arrivato non hai capito niente!».

La determinazione è quella giusta. Per quanto visto in amichevole la promessa di divertirsi e divertire durante l’anno l’Atletico Cassano può davvero mantenerla. Bisogna cominciare subito vincendo già da domani, al PalaColombo di Ruvo di Puglia, alle ore 16:00, per il primo turno di Coppa della Divisione.

La partita sarà trasmessa in live streaming sulla pagina Facebook ufficiale dell’Atletico Cassano.

 

Tags: , , ,