di Vito Surico

Un pareggio e due sconfitte negli ultimi tre impegni ufficiali per l’Atletico Cassano che è chiamato a riscattarsi in una gara tutt’altro che semplice: al PalAngelillo, per la 6ª giornata di Serie A2, arriva il temibile Sandro Abate di Nola (in provincia di Napoli), capolista del Girone C a punteggio pieno con la migliore difesa (solo 6 gol subiti nelle prime cinque giornate) e il secondo miglior attacco (40 gol fatti).

La partita si disputerà domani con calcio d’inizio alle ore 16:00.

La direzione di gara è affidata ai signori Vincenzo Cannistrà di Catanzaro (1° arbitro), Fabio Cozza di Cosenza (2° arbitro) e Giovanni Losacco di Bari (cronometrista).

I “pellicani”, dunque, dovranno compiere una mezza impresa in una situazione di massima emergenza: non saranno della partita, infatti, gli squalificati Casati e Perri (fermati per un turno dal giudice sportivo dopo le espulsioni rimediate sabato scorso), l’infortunato Manzalli (uscito dopo appena tre minuti nella gara di Coppa Italia di mercoledì scorso a Salandra per un sospetto stiramento). Sono da valutare, inoltre, le condizioni di De Cillis, fermo nelle ultime due partite per un problema muscolare e di Pina che, negli ultimi giorni ha subìto un attacco influenzale.

Gli uomini di mister Parrilla, però, metteranno in campo grinta e carattere, specie per riscattare subito la sfortunata sconfitta di sabato scorso: «spero non ci ricapitino più partite così – afferma Nicola Cutrignelli – noi siamo stati sfortunati e anche gli arbitri ci hanno messo del loro. Ma preferisco non parlare dell’arbitraggio anche se è vero che ultimamente sbagliano troppo con noi. Sembrano prevenuti. Ma possono sbagliare anche loro».

Nicola Cutrignelli (foto di Alessandro Caiati)

Bisogna voltare subito pagina e cercare di fare risultato contro il Sandro Abate per ritornare a correre e far sognare il pubblico cassanese: «affrontiamo forse una delle partite più difficili di questo campionato – continua il numero 10 biancoceleste – contro una corazzata che punta a fare il salto di categoria. Di fronte, però, troveranno un Cassano agguerrito e pronto a combattere su ogni pallone. Dobbiamo essere come cani affamati: e casa nostra dobbiamo, come minimo, provare a fermarli. Avremo alcune assenze, è vero, ma chi non sarà della partita farà sentire il suo appoggio dalla tribuna. E poi c’è il nostro pubblico: a loro chiedo di continuare a sostenerci sempre così».

E a dare soddisfazioni al pubblico in questo avvio di campionato, ci sta pensando anche Cutrignelli che, sabato scorso, ha indossato per la prima volta la fascia da capitano: quattro gol in otto partite tra campionato e Coppa e tante prestazioni di sostanza e, quella di sabato scorso. «Dopo tanti anni di futsal – afferma – posso dire di giocare questa categoria tanto cercata con sacrificio e determinazione. A parte i gol ho tanta fame di fare bene e mettermi in mostra in questa categoria. La fiducia che la società, gli amici e i tifosi mi stanno dimostrando aiuta molto. Dimostrerò di meritarla perché sono un guerriero e di certo sarò sempre l’ultimo a mollare. In questa categoria bisogna dare il massimo. Sono concentrato e seguo il mister in tutto e per tutto. Essere capitano di questa squadra è un onore. Un motivo in più per essere un guerriero».

così in campo per la 6ª giornata del campionato di Serie A2 2018-2019 Girone C (fonte tuttocampo.it)

la classifica del Girone C di Serie A2 (fonte: tuttocampo.it)

 

Tags: , , , ,