di Vito Surico

l’esultanza dei giocatori dell’Atletico Cassano dopo il gol del 3-1 messo a segno da Nicola Cutrignelli (foto di Alessandro Caiati)

“Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”, recita un antico adagio popolare. E se l’asticella si alza, l’Atletico Cassano dimostra di non aver paura di nessuno: non importa che di fronte ci siano campioni che militano nelle rispettive nazionali, giocatori che, solo qualche mese fa, disputavano la finale scudetto. I pellicani possono farcela.

Con carattere, grinta, determinazione e tanta fame gli uomini di mister Parrilla, in barba al pronostico e alle assenze, hanno battuto, ieri, la corazzata Sandro Abate per 3-2 nella 6ª giornata del Girone C di Serie A2, disputando una partita quasi perfetta: subito in vantaggio, Cutrignelli e compagni hanno controllato l’avversario dal primo all’ultimo minuto di gioco, alzando un muro contro gli attacchi dei campani e colpendo ogni volta che ne hanno avuta la possibilità.

Una vittoria fondamentale per la classifica e il morale che lancia l’Atletico Cassano in terza posizione solitaria con molta più consapevolezza del ruolo che la “matricola terribile” può ritagliarsi in questo campionato.

LA PARTITA

Squalificati Perri e Casati, out per infortunio Manzalli, Pina e De Cillis a mezzo servizio: poche scelte per mister Parrilla che parte con il quintetto composto da Dibenedetto, Caio, Cutrignelli, Rotondo e Alemão Glaeser.

Di fronte uno starting five da paura per la categoria: Tondi, Felipe Mello, Fantecele, Dian Luka e Bebetinho. E sono proprio gli ospiti a partire con il piede sull’acceleratore con Felipe Mello che, da dentro l’area, mette subito alla prova i riflessi di Dibenedetto. Fantecele, invece, non centra lo specchio della porta.

L’Atletico Cassano non si fa intimorire: è Dibenedetto a lanciare per Cutrignelli che si vede anticipare da Tondi. Il capitano, poco dopo, inventa per Alemão Glaeser, cercandolo sul secondo palo, ma il brasiliano è leggermente in ritardo e manca l’impatto con il pallone. Dian Luka chiama ancora in cattedra Dibenedetto mentre il solito Cutrignelli recupera un pallone che serve in banda sinistra ad Alemão Glaeser, la cui girata si spegne sul fondo.

con un bolide da centrocampo Paolo Rotondo sblocca la partita contro il Sandro Abate (foto di Alessandro Caiati)

È Rotondo, allora, a prendere per mano i suoi: il numero 5 recupera un gran pallone a centrocampo, fa qualche passo e lascia partire un destro che va a centrare il sette battendo un impotente Tondi: un gol da cineteca!

Sbloccato il risultato i pellicani insistono con Moraes che, con un’azione personale, arriva al tiro dalla sinistra ma non è preciso. Dalla stessa “mattonella” ci prova ancora Rotondo ma Tondi è sulla traiettoria e manda in corner. Sugli sviluppi è sempre Rotondo, al volo, a sfiorare il palo. Stessa sorte per un tiro di prima intenzione di Alemão Glaeser che sfrutta un ottimo lancio di uno stratosferico Dibenedetto.

Break del Sandro Abate: una leggerezza difensiva di Caio favorisce De Crescenzo che non è preciso. Alemão Glaeser salva sulla linea su un tiro di Fantecele. Dibenedetto dice no a Dian Luka e ancora a De Crescenzo e Fantecele.

Nel momento migliore degli ospiti è Moraes a ripartire con caparbia e servire Cutrignelli sulla sinistra che, di prima intenzione, manda il pallone in rete per il raddoppio dell’Atletico Cassano al 13’. Passa un minuto e il Sandro Abate torna in partita con Felipe Mello che, da fuori area, batte Dibenedetto.

Nicola Cutrignelli, su assist di Moraes, mette a segno il gol del 2-0 a favore dell’Atletico Cassano (foto di Alessandro Caiati)

Un ottimo scambio Moraes, Alemão Glaeser e Pina porta quest’ultimo al tiro ma il pallone termina al lato. Bebetinho incrocia dalla sinistra ma deve accontentarsi del palo, Pina non è preciso dall’altro lato, Dibenedetto chiude a Fantecele, Rotondo, al volo sugli sviluppi di un corner, impegna Tondi e l’ennesimo miracolo dell’estremo difensore cassanese su un tiro del solito Fantecele manda le squadre negli spogliatoi con l’Atletico Cassano in vantaggio per 2-1.

In avvio di ripresa è ancora Fantecele a cercare il pareggio senza fortuna. Il Sandro Abate prova a schiacciare l’Atletico Cassano nella propria metà campo: i pellicani sono attentissimi in difesa e non fanno passare nulla. Anzi, provano a colpire in ripartenza con Cutrignelli che incrocia dalla destra senza centrare lo specchio della porta, Rotondo che ci prova centralmente senza fortuna, “Sheva” De Cillis che non è più preciso su assist di Caio.

Dibenedetto, dall’altra parte, para tutto a Felipe Mello e Abdala. Moraes, Caio e Cutrignelli non riescono proprio a insaccare in ripartenza.

Mister Oliva, allora, prova a pareggiarla inserendo Bebetinho nel ruolo di portiere di movimento a quattro minuti dalla fine. L’Atletico Cassano, però, neutralizza la manovra del Sandro Abate e, a dieci secondi dal suono della sirena, Cutrignelli intercetta il pallone nella propria area di rigore e calcia verso la porta avversaria mettendo a segno il gol del 3-1 che fa esplodere il PalAngelillo. Inutile, quando alla fine manca appena un secondo, il gol di Bebetinho che fissa il risultato sul 3-2.

Una vittoria di carattere, una vittoria di squadra: di chi è sceso in campo e di chi era fuori a sostenere i propri compagni. Una vittoria che, dopo gli ultimi risultati negativi, riporta il sorriso, e che sorriso!, in casa biancoceleste. Senza facili entusiasmi, però: il campionato è lungo, l’Atletico Cassano resta una “matricola terribile”. Bisogna continuare ad essere coscienti della propria forza e andare avanti con umiltà e spirito di sacrificio. I risultati, poi, sono ottimi.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

mister Pablo Parrilla (foto di Alessandro Caiati)

«È andata davvero molto bene», afferma a caldo mister Pablo Parrilla: «sono contentissimo per i ragazzi che ci hanno messo il cuore».

L’allenatore biancoceleste non nasconde la gioia per il risultato ottenuto, ma non cambia di una virgola quello che continua a professare dall’inizio di questo campionato: «dobbiamo restare umili. Non siamo i migliori perché abbiamo battuto la prima in classifica, così come non siamo i peggiori quando perdiamo. Oggi abbiamo fatto una partita perfetta dal punto di vista tecnico e tattico grazie all’impegno dei ragazzi. Ma dobbiamo andare avanti con umiltà».

Con l’eliminazione dalla Coppa della Divisione prima e dalla Coppa Italia poi, per l’Atletico Cassano resta il campionato, una sola competizione in cui i pellicani proveranno a dare tutto per far sognare il pubblico cassanese e la società: «non cambia nulla rispetto a ottobre – ribadisce Parrilla – perché il nostro obiettivo è quello che abbiamo visto oggi: dobbiamo giocare ogni partita mettendoci tutto quello che abbiamo. Poi, quello che viene lo prendiamo. Noi dobbiamo giocare così».

I pellicani, ora, potranno rifiatare un po’: sabato prossimo il campionato è fermo e mister Parrilla potrà recuperare gli infortunati e avere a disposizione il roster al completo. Però, per ora, «godiamoci questa vittoria – conclude il tecnico argentino – da lunedì cominceremo a pensare al nostro prossimo impegno. Abbiamo tempo per lavorare. Dobbiamo continuare così».

ATLETICO CASSANO – SANDRO ABATE 3-2 (pt 2-1)

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 5. Rotondo; 6. De Cillis; 7. Caio; 8. Rella; 10. Cutrignelli (Cap.); 17. Petrosino; 20. Volarig; 21. Pina; 26. Pellecchia; 27. Alemão Glaeser; 70. Moraes. Allenatore: Pablo Parrilla

SANDRO ABATE: 22. Tondi; 29. De Stefano; 5. Attanasio; 9. Fantecele; 6. De Crescenzo; 11. Bebetinho; 15. Abdala; 17. Dian Luka; 10. Abate (Cap.); 12. Felipe Mello; 8. Schininà; 21. Nasta. Allenatore: Fabio Oliva

ARBITRI: Vincenzo Cannistrà di Catanzaro, Fabio Cozza di Cosenza e Giovanni Losacco di Bari (cronometrista)

MARCATORI: 4’45’’ pt Rotondo (AC) – 12’34’’ pt Cutrignelli (AC) – 13’48’’ pt Felipe Mello (SA) – 19’50’’ st Cutrignelli (AC) – 19’59’’ st Bebetinho (SA)

AMMONITI: 3’15’’ st Caio (AC) per gioco scorretto – 6’23’’ st Bebetinho (SA) per gioco scorretto – 7’58’’ st Cutrignelli (AC) per simulazione

i risultati della 6ª giornata di campionato del Girone C di Serie A2 (fonte: tuttocampo.it)

la classifica del Girone C di Serie A2 (fonte: tuttocampo.it)

UNDER 19

Dopo tre vittorie consecutive l’Atletico Cassano Under 19 frena nella 5ª giornata del Girone S: sul campo del Real Team Matera i baby-pellicani impattano 2-2 contro i padroni di casa.

Primo tempo in chiaroscuro per i biancocelesti che vanno sotto di due reti. È nella ripresa che Pellecchia e compagni, nonostante l’infortunio di capitan Volarig, riescono a riagguantare la partita grazie alla doppietta di Ezio Giampietro.

L’Atletico Cassano è ora secondo in classifica con 10 punti insieme al CMB e alle spalle delle capolista Virtus Rutigliano e Futura Matera che di punti ne hanno 12 e, domenica prossima, affronterà la Polisportiva Sammichele che segue a 9 punti con una partita ancora da giocare.

Parte con il piede giusto, infine, la stagione 2018-2019 della squadra Allievi allenata da Alemão Glaeser e Peppino Quatraro: martedì scorso l’Atletico Cassano ha battuto, sotto gli occhi di mister Parrilla e di alcuni ragazzi della prima squadra, il Martina Futsal Academy per 5-2 creando ottime trame di gioco, spesso frutto di giocate provate in allenamento, tenendo in mano la partita per tutti i quaranta minuti. Le reti biancocelesti portano la firma di D’Ambrosio (autore di una tripletta), Simone e Jurghen.

 

Tags: , , , , , ,