fbpx

Avanguardie educative: per una scuola moderna e al passo con i tempi

di Alessandra Scatigna

dirigenti a confronto durante il seminario sulle Avanguardie Educative (foto di Alessandra Scatigna)

Giovedì 16 gennaio, presso l’auditorium Maria Lassandro del liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, si è tenuto il seminario sulla diffusione delle idee di Avanguardie Educative, che ha coinvolto docenti e dirigenti di tutte le scuole limitrofe.

Il convegno, servendosi di spunti interessanti, è riuscito a capovolgere non solo gli ormai vecchi metodi didattici, ma anche il ruolo assunto da importanti figure del settore dell’istruzione.

Infatti, durante la mattinata, presidi e professori hanno indossato le vesti di uditori e studenti, anziché dispensatori di nozioni, e hanno così preso conoscenza di metodi nuovi e stimolanti.

La ricercatrice Maria Guida, dell’associazione “INDIRE”, ha presentato il Progetto “Oltre le discipline”, che nasce dal bisogno di rendere la funzione formativa ed educativa della scuola, abbinabile al territorio ed aiutando così i giovani a comprendere meglio il mondo dove vivono.

“Coverage is the enemy of understranding” (la copertura è nemica dell’apprendimento) è così che Maria Guida ha tentato di spiegare nei dettagli in cosa consiste il progetto, invitando a promuovere la pluri-disciplinarità e prediligendo una didattica con maggiore attenzione alle competenze, oltre che alle conoscenze.

È seguita un’illustrazione generale di metodi in atto fra le scuole della provincia, fra cui il Liceo di Cassano, con “Cassano Scienza”, e la capofila  regionale “Marco Polo” di Bari.

Tutto ciò si è concluso con 5 laboratori, composti da dirigenti e docenti, che ne hanno raccolto i risultati e le proposizioni da consigliare e sperimentare.