fbpx

Bentornata Gardensia: Cassano per la sclerosi multipla

Anche Cassano ha aderito alla campagna “Bentornata Gardensia”: e così, questa mattina, piazza Garibaldi è entrata a far parte delle oltre 5 mila piazze italiane, si sono “colorate di rosa”. Alcune volontarie, tra le quali il sindaco Di Medio, hanno allestito un banchetto con in bella vista piantine di  Gardenia o di Ortensia che era possibile ricevere in cambio di un contributo minimo di 15 euro l’una. Donne in campo per una raccolta fondi a scopo benefico in favore dell’AISM, per aiutare la ricerca sulla sclerosi multipla, che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini. Ogni giorno, in Italia, 6 donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla.

Risultato della mattinata cassanese per l’AISM n. 22 piantine consegnate, per un contributo complessivo di 330,00 euro.

Bentornata Gardensia è la campagna di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, dedicata alle donne con sclerosi multipla, nata per sostenere l’attività di ricerca sulle forme progressive e più servizi sul territorio per le donne con SM. Ricerca e assistenza sono le due facce della stessa medaglia, rappresentano l’impegno alla lotta alla sclerosi multipla.

Cos’è la SM. Cronica, imprevedibile e invalidante, la sclerosi multipla è una delle più gravi più malattie del sistema nervoso centrale. Il 50% delle persone con SM è giovane e non ha ancora 40 anni. Colpisce le donne due volte più degli uomini. In Italia sono 118 mila le persone colpite da sclerosi multipla, 3.400 nuovi casi ogni anno: 1 ogni 3 ore. La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate ma grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca.

Chi è AISM. L’AISM, insieme alla sua Fondazione (FISM) è l’unica organizzazione nel nostro Paese che da 50 anni interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla, indirizzando, sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica, contribuendo ad accrescere la conoscenza della sclerosi multipla e dei bisogni delle persone con SM promuovendo servizi e trattamenti necessari per assicurare una migliore qualità di vita e affermando i loro diritti.

Venerdì 8 per la Festa della Donna, sabato 9 e domenica 10 marzo, oltre 5 mila piazze italiane si colorano di rosa: succede grazie alle piante di gardenia e di ortensia in vendita per raccogliere fondi che saranno poi devoluti alla ricerca sulla sclerosi multipla, una malattia che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini. Ogni giorno, in Italia,  6 donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla. L’iniziativa si chiama Gardensia e la organizza Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla.