DiscoverEU è un’iniziativa promossa dal Parlamento europeo per permettere ai giovani europei di viaggiare in treno gratuitamente alla scoperta dell’Europa. Le iscrizioni aprono il 12 giugno!

I requisiti per salire a bordo e partire sono avere 18 anni e aver voglia di scoprire l’Europa.

L’iniziativa “Discover EU” (Scoprire) nasce da un’idea proposta all’evento europeo per i giovani (EYE, dall’inglese European Youth Event) promosso dal Parlamento europeo nel 2014. Permetterà a 20.000-30.000 diciottenni cittadini dell’UE di viaggiare gratuitamente nell’UE quest’anno. Successivamente potranno beneficiare del programma anche altri giovani europei.

Conoscere l’iniziativa

La prima registrazione online sarà disponibile dal 12 giugno fino al 26 giugno 2018, mentre una seconda aprirà più avanti. Tra il 9 luglio e il 30 settembre potranno prendere parte al programma 15.000 ragazzi. Possono partecipare alla prima procedura di iscrizione i cittadini dell’UE che al 1° luglio 2018 abbiano compiuto i 18 anni. Il biglietto consente di viaggiare da uno a 30 giorni in non più di quattro paesi dell’UE utilizzando il treno come mezzo di trasporto principale. L’uso delll’aereo sarà consentito solo in situazioni particolari in cui il viaggio in treno non fosse possibile, ad esempio per persone che provengono da regioni periferiche. I viaggiatori con disabilità potranno ricevere aiuti supplementari, come la copertura dei costi di un accompagnatore o di un cane guida.

Supporto del Parlamento europeo

Il Parlamento europeo è stato un grande sostenitore dell’idea di un biglietto del treno gratuito per i diciottenni dell’UE, votando tre risoluzioni a favore dell’iniziativa.

Gli eurodeputati ritengono che questo programma sia in grado di far conoscere e comprendere ai giovani le diverse anime dell’Europa e i valori comuni che la sostengono. Pensano che incoraggiare i giovani cittadini europei a viaggiare negli stati membri e incontrare altre persone da altri paesi possa promuovere un’identità europea e rafforzare i valori fondanti dell’UE.

Fonte: Parlamento europeo