fbpx

Cassano nel set cinematografico del film “La sindrome di Antonio”, dello scrittore e regista Claudio Rossi Massimi

(foto dalla pagina Facebook "Vito Lionetti sindaco")
(foto dalla pagina Facebook “Vito Lionetti sindaco”)

Ancora una volta il nostro paese, con le sue straordinarie bellezze naturalistiche, è diventato il set di un film.

Nei giorni scorsi, infatti, all’interno della Foresta Mercadante sono state girate alcune scene del film “La sindrome di Antonio”, tratto dal libro di Claudio Rossi Massimi, che è anche il regista della trasposizione cinematografica.

Stamattina, presso la sala consiliare del Comune di Giovinazzo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della pellicola, girata anche lungo la costa adriatica pugliese e nel comune di Monopoli.

A fare gli onori di casa il sindaco di Giovinazzo Tommaso Depalma. Presenti alla conferenza il sindaco di Cassano Vito Lionetti, i produttori Corrado Azzollini, Lucia Macale e Paolo Zanotti, il regista Claudio Rossi Massimi, gli attori Biagio Iacovelli, Quaralt Del Greco, Remo Girone e l’assessore del comune di Monopoli Rosanna Perricci.

«Ringrazio di cuore la produzione del film – ha detto il sindaco Vito Lionetti – per aver scelto la nostra cittadina come sfondo alla bella storia raccontata dal regista Rossi Massimi, mostrando un lato della nostra Puglia altrettanto bello, quanto la costa e il mare. Cassano, con i suoi boschi e le sue colline, è la porta del Parco Nazionale dell’Alta Murgia – ha detto ancora Lionetti – e per noi lo sviluppo economico e culturale passa soprattutto attraverso la valorizzazione della bellezza della nostra terra e questo film è per noi una ulteriore importantissima occasione di promozione».

Il film narra la vicenda di Antonio Soris, interpretato dal giovane attore Biagio Iacovelli, sessantottino convinto che parte da Roma alla volta di Atene, alla ricerca di un materiale che oggi è pressoché sconosciuto: gli ideali. Una volta arrivato in Grecia conosce Maria, interpretata dalla giovane artista Queralt Del Greco, e fa altri incontri forieri di nuovi significati per la sua esistenza. Un storia che ha sullo sfondo il sogno della rivoluzione, la liberazione dei costumi e la Grecia dei colonnelli: il racconto di una generazione che voleva cambiare il mondo ma che, alla fine, non è riuscita a cambiare se stessa.

Nel cast ci sono anche Antonio Catania, Giorgio Albertazzi, Mingo De Pasquale.

Le riprese del film proseguiranno in Grecia e dovrebbero essere completate entro metà novembre, con l’obiettivo di far uscire il film nelle sale cinematografiche per marzo prossimo.