"Cassano, orchidea delle Murge" (foto Trekking Cassano)

“Cassano, orchidea delle Murge” (foto Trekking Cassano)

«Da qualche anno sto reiterando (purtroppo con scarso successo!) i tentativi di convincere i miei cari concittadini Cassanesi di quanto sia meritato l’accostamento “Cassano, orchidea delle Murge” che, ripetuto ormai come un mantra forse alla fine riuscirà a penetrare nella nostra percezione del territorio circostante, dandoci finalmente coscienza delle potenzialità disponibili che attendono solo di essere sfruttate adeguatamente, per poter offrire lavoro ai giovani e rilanciare la nostra economia su base turistico-ambientale.

In verità ho sempre utilizzato questo accostamento per evidenziare tutte le bellezze naturalistiche e di paesaggio presenti in abbondanza intorno a noi ma, in questo caso specifico è chiaro e lampante che l’associazione risulta ampiamente indicativa e meritata!».

Così Nicola Diomede, coordinatore del gruppo Trekking Cassano introduce la doppia escursione prevista per venerdì 1° maggio e domenica 3 maggio: appuntamento in due diversi giorni «considerato il notevole numero di prenotazioni ricevute».

«Per farvi un esempio di cosa stiamo parlando – continua Diomede – lo scorso anno, a metà aprile, ho invitato un amico di Bari appassionato di orchidee spontanee che cura una interessantissima pagina Facebook denominata “Orchidee di Puglia” (su cui troverete molti bellissimi esemplari fotografati proprio qui da noi!), in una breve passeggiata sulle murge a sud di Cassano per mostrargli la molteplicità di orchidee presenti ed in poche decine di metri sono state fotografate le seguenti varietà:

  • Anacamptismorio (comprese varianti apocromatiche);
  • Anacamptis papilionacea;
  • Ibrido Anacamptis × gennari (A. morio × A.papilionacea);
  • Barlia robertiana;
  • Ophrys bertolonii (= O. romolinii);
  • Ophrys bombyliflora;
  • Ophrys holosericea subsp. Parvimaculata;
  • Ophry sincubacea subsp. Incubacea Bianca;
  • Ophrys lutea subsp. Sicula;
  • Ophrys passionis subsp. Passionis;
  • Ophrys tenthredinifera;
  • Orchis anthropophora;
  • Orchis italica;
  • Serapias vomeracea.

Spero che questo abbia risvegliato la vostra attenzione e per destarla pienamente possiamo provare a riflettere sul fatto che queste orchidee spontanee sono disponibili solo in pochi habitat come le nostre murge e che esse sono ambito oggetto di osservazione e studio, da parte di appassionati provenienti da tutto il mondo. Immaginiamo il possibile bacino di fruitori di questo turismo ambientale, opportunamente gestito nel rispetto dell’ambiente che deve restare integro, per continuare ad ospitare questo tipo di flora».

E dunque, è il caso di approfittarne: «in questo periodo – conclude Diomede – la natura rigogliosa delle murge offre la massima concentrazione di specie e quindi, quale migliore occasione per osservarle durante una stupenda escursione tematica in cui spero di poter avere con noi anche la qualificata presenza dell’amico Vincenzo di cui vi parlavo prima, a cui va anche il merito di aver documentato sul nostro territorio alcuni ibridi o esemplari con caratteristiche particolari, non ancora riscontrate da altri».

Il tracciato proposto (di circa 6 km) è quasi interamente fuori pista su terreno murgiano sassoso, quindi sono indispensabili scarpe da trekking, pantaloni lunghi, cappellino ed acqua da portare al seguito.

L’appuntamento è, sia per venerdì 1° maggio sia per domenica 3 maggio, alle ore 8:15, presso il Liceo Scientifico a Cassano per la sosta delle auto e la partenza a piedi. Il termine escursione è previsto per le ore 13:00.

 

Tags: ,