fbpx

“Cibo, Ambiente e Geni: il libretto di istruzioni per prevenire e curare”: il 2 aprile incontro con il prof. Moschetta nell’ambito di CassanoScienza

dal Leo Club di Cassano delle Murge

Martedì 2 aprile 2019, presso il Liceo Scientifico “L.da Vinci” di Cassano delle Murge in occasione della “Settimana della Scienza”, il Leo Club di Cassano delle Murge ha invitato il professor Antonio Moschetta che presenterà il libro “Il tuo metabolismo. L’utilità della dieta nella prevenzione e cura del cancro“.

L’incontro, aperto al pubblico e gratuito, avrà inizio alle ore 9:30.

L’autore spiega come avere un girovita eccessivamente largo potrebbe essere indice di una condizione fisica pericolosa ed insidiosa: un insieme di disturbi (quali ipertensione, iperglicemia, valori troppo bassi di colesterolo «buono», trigliceridi alti e, appunto, accumulo di grasso addominale) che aumentano il rischio di contrarre patologie di tipo cardiovascolare e oncologico. È proprio a questa sindrome, apparentemente asintomatica, che Antonio Moschetta dedica la propria attenzione, e in particolare ai meccanismi biologici che possono letteralmente nutrire le cellule tumorali.

Studi clinici recenti hanno infatti dimostrato che le persone con una circonferenza addominale superiore al metro non solo hanno maggiori probabilità di sviluppare un tumore, ma sono anche più resistenti alle terapie standard: c’è sempre un momento in cui si può tornare indietro, invertire la tendenza negativa e correggere le cattive abitudini.

Antonio Moschetta è medico e professore ordinario di Medicina interna all’università Aldo Moro di Bari. Dottore di ricerca in epatologia presso l’Università di Utrecht, in Olanda, negli anni 1998-2011, è stato allievo del premio Nobel Al Gilman presso l’Howard Hughes Medical Institute di Dallas, Texas. È titolare del progetto di ricerca AIRC su metabolismo dei tumori e regolazione genica. Autore di numerose pubblicazioni, ha ricevuto riconoscimenti internazionali come il Richard Weitzman Award a Chicago, il Rising Star in epatologia a Vienna, il David Williams Award a Vail (Colorado) e l’European Lipid Award a Göteborg.

Per l’occasione presenterà per la prima volta anche il suo nuovo libro “L’intestino in testa”, in cui verranno affrontati temi come: glutine, cibo, motilità intestinale, gonfiore e microbiota.