fbpx

«Completato il nuovo depuratore di Cassano». Si attende l’allacciamento Enel per l’entrata in funzione

un impianto di depurazione gestito da AQP (foto: vocedellacqua.it)
un impianto di depurazione gestito da AQP (foto: vocedellacqua.it)

Lo rende noto l’Acquedotto Pugliese. Si tratta di una fondamentale opera pubblica iniziata negli anni Novanta, costata diversi milioni di euro, ma mai entrata in funzione.

«Sono giunti a conclusione – si legge in una nota dell’AQP – i lavori dell’Acquedotto Pugliese per il completamento della linea fanghi del nuovo impianto di depurazione di Cassano Murge, in contrada “Malatesta”.

Le opere, realizzate nel corso degli ultimi 7 mesi, consentiranno di disattivare il vecchio impianto, obsoleto e strutturalmente inadeguato, e di attivare, non appena l’Enel avrà proceduto al collegamento per la fornitura elettrica in media tensione, il nuovo impianto.

L’intervento è consistito nella installazione di sofisticate apparecchiature (compressori aria a servizio della stazione di ossidazione, impianto antincendio, sistema di insufflazione aria da fondo nella vasca di disinfenzione, pompe monovite per il sollevamento dei fanghi ispessiti, caldaia e bruciatore a servizio della centrale termica, torcia di combustione biogas), e nel completamento dei digestori anaerobici (1° e 2° stadio) e del gasometro.

I lavori sono stati completati con la realizzazione di una rete di raccolta delle acque meteoriche nell’area interna al depuratore.

L’importo delle opere ammonta a complessivi 769mila euro.

Un significativo intervento, che garantirà ai cittadini un servizio sempre più efficiente e in linea con l’impegno dell’Acquedotto a rispondere positivamente alle reali aspettative del territorio servito».

A proposito dell’opera, queste le dichiarazioni rese non molto tempo fa dal sindaco Lionetti e dal vicesindaco Del Re (comunicato n. 118):

«L’entrata in funzione di quest’opera – dichiarava il sindaco Vito Lionetti – è attesa da molto tempo. E’ un importantissimo tassello che si aggiunge agli altri che dal giorno del nostro insediamento, costituiscono la nostra politica in difesa e per la valorizzazione dell’ambiente. Il nuovo impianto di depurazione sostituirà quello attualmente in uso, ormai da tempo insufficiente ed inadeguato».

«Dopo molti anni – dichiarava il Vice Sindaco con delega ai Lavori pubblici, Davide Del Re – finalmente metteremo in funzione il nuovo depuratore. Anche questo è un tema su cui, in religioso silenzio, ci siamo impegnati molto. Era luglio 2014, infatti, quando, ad un mese dal nostro insediamento, siamo stati all’Acquedotto per affrontare i diversi problemi di quest’opera, la cui risoluzione abbiamo perseguito con tenacia. Ora arrivano i risultati. A breve l’impianto entrerà in esercizio: è stata avanzata, infatti, la richiesta di autorizzazione allo scarico e, nei prossimi giorni, inizierà la fase di verifica finale sui lavori completati. E’ una bella soddisfazione! Ma questo è solo il primo passo. Vogliamo realizzare un impianto di affinamento delle acque reflue depurate, così da non disperdere la risorsa idrica ma impiegarla in agricoltura. Stiamo cercando, inoltre, di far riattivare il pozzo artesiano di proprietà regionale sito in contrada Laudati, perché sappiamo quanto le campagne cassanesi ne abbiano bisogno».

Fino qui le dichiarazioni. Ora si attende la reale entrata in funzione dell’impianto.