fbpx

“Cromofabula, Sentieri e Narrazione”: il progetto del Comune per rievocare la tradizione attraverso la street art

di Francesca Marsicopresidente seconda commissione consiliare permanente

Si chiama “Cromofabula, Sentieri e Narrazioni”. È il nome del progetto presentato in occasione del bando “Sthar Lab” dal Comune di Cassano alla Regione Puglia e che sarà finanziato con il massimo importo: 40 mila euro, in coerenza con la legge regionale n. 23 del luglio scorso che dona dignità all’arte di strada. Cassano l’anno scorso aveva partecipato alla manifestazione di interesse con la determinazione del dirigente n. 68 del 30.07.2019 risultando idoneo ma non finanziabile per mancanza di fondi.

L’idea, già nel nome, rievoca la nostra tradizione fatta di contaminazioni di popoli e culture, in cui si intrecciano sentieri di magia e storia, immaginario e realtà, mito e folklore.

“Cromofabula, Sentieri e Narrazioni” è un progetto volto alla divulgazione della cultura del territorio attraverso un percorso iconografico fatto di murales che rappresenteranno miti, leggende e credenze del popolo cassanese. Per recuperare la memoria, quel patrimonio immateriale ed identitario della nostra comunità che attraverso la rievocazione delle storie locali, fa crescere il senso di appartenenza in un mondo in cui le radici sono l’unico rifugio e rimedio per quei valori etici e formativi di ritorno alla centralità dell’uomo e dell’umanità quali risposte allo sfruttamento della terra e alla negazione del principio di uguaglianza tra gli uomini.

Il percorso iconografico avrà origine nella biblioteca civica per diramarsi in tre plessi dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” (scuola via Gramsci, Sacro cuore e scuola media) presidio di integrazione, accoglienza, identità, rispetto del territorio e pace.

Le pareti delle tre scuole scelte dell’unico Istituto Comprensivo locale saranno valorizzate realizzando tre murales dal fortissimo valore simbolico oltre che artistico, poiché effettuati da artisti locali e di fama consolidata, i quali – ispirati da miti cassanesi – potranno impreziosire di arte, cultura e colori tali pareti, attraverso l’utilizzo di materiali innovativi e ad impatto zero per l’ambiente: infatti, saranno utilizzati materiali riciclati ed ecosostenibili, non solo in armonia con l’ambiente, ma anche a tutela della salute.

Inoltre la biblioteca al centro di un restyling del suo regolamento come da consiglio comunale scorso, cardine del progetto, sarà lo scrigno magico in cui totem, ologrammi, tecnologia lifi (informazioni che utilizzano i fasci luminosi), qrcode, arte, voci e suoni condurranno lo spettatore nel percorso magico dei miti del territorio.

“Cromofabula, Sentieri e Narrazioni” è ispirato al percorso amministrativo del Comune che ha aderito al protocollo d’intesa “Le strade della Fiaba” della regione Puglia, insieme al Progetto Città Sane dell’OMS e al Manifesto “La salute nelle città: bene comune” dell’ANCI.

Un piccolo passo in avanti per dare il via ad un nuovo modo di fare cultura e marketing territoriale, che auspichiamo diventi una concreta occasione di coinvolgimento delle giovani menti cassanesi e di sviluppo del territorio.