fbpx

Debiti degli Enti Territoriali: entro il 28 febbraio domande per l’Anticipazione di Liquidità. Angiola (M5S): «ossigeno per le imprese». Cassano in MoVimento: «l’Amministrazione accolga il suggerimento»

«Il 28 febbraio scadono i termini per ottenere l’anticipazione di Liquidità, concessa da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) per accelerare il pagamento dei debiti maturati dagli Enti Territoriali verso i propri fornitori al 31 dicembre 2018. Si tratta di una misura di straordinaria importanza rivolta a Comuni, Città Metropolitane, Province, Province Autonome e Regioni».

A renderlo noto è L’on. Nunzio Angiola, deputato del MoVimento 5 Stelle, segretario della V Commissione permanente “Bilancio, Tesoro e Programmazione” alla Camera.

«La procedura è interamente informatizzata», informa Angiola, che ne spiega il funzionamento: «occorre entrare nella Piattaforma dei Crediti Commerciali della Ragioneria dello Stato, scaricare l’elenco dei debiti da pagare, richiedere a CDP l’Anticipazione di Liquidità. Una volta stipulato il contratto, si ottiene l’erogazione.

I tempi di erogazione sono velocissimi: entro 7 giorni dalla richiesta di erogazione si ottiene l’Anticipazione di Liquidità; entro 15 giorni si potranno pagare i fornitori; il 30 dicembre 2019 dovrà essere rimborsata l’Anticipazione.

Con questa misura – conclude Angiola – il Governo del Cambiamento, attraverso CDP, intende dare una boccata di ossigeno alle imprese italiane, dopo anni di crisi economica che ha messo a dura prova la loro tenuta finanziaria».

A darne più ampia diffusione, è il meet-up Cassano in MoVimento che si augura che «il Comune di Cassano delle Murge e la sindaca Maria Pia Di Medio possano accogliere il suggerimento» del deputato pentastellato.