fbpx

Di Medio: «mai come in questo momento dipendiamo gli uni dagli altri. Rispettiamo le regole»

Maria Pia Di Medio, sindaca del Comune di Cassano delle Murge

«Cari concittadini, in questo momento particolarmente difficile per tutta la Nazione e per la nostra Comunità ritengo necessario portare ulteriormente alla Vostra attenzione i comportamenti da tenere e le prescrizioni ministeriali volti al contenimento del contagio dal COVID-19 che sono la nostra unica arma di difesa».

Comincia con queste parole il comunicato alla cittadinanza diffuso dalla sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio sul sito istituzionale dell’Ente e attraverso la pagina Facebook che il Comune utilizza per comunicare con la cittadinanza.

Serve l’impegno di tutti per porre un argine alla diffusione del contagio da coronavirus e la prima cittadina torna a ribadire che «È VIETATO creare assembramenti ovunque, in particolare all’interno, durante le operazioni di acquisto, e all’esterno dei locali commerciali, durante il periodo di attesa, ricordando di mantenere la distanza prescritta di almeno un metro.

SI OBBLIGA – continua la sindaca Di Medio – ad entrare nei locali uno alla volta, rispettando le distanze di sicurezza; a rispettare le regole igieniche già predisposte dal DPCM del 23 febbraio 2020; ad evitare di frequentare in massa i locali commerciali ed i mercati limitando l’incombenza degli acquisti ad un solo componente per famiglia; a sensibilizzare parenti, amici e conoscenti all’osservanza delle regole di prevenzione attiva».

Per quanto riguarda i locali commerciali, poi, la prima cittadina chiarisce che «per parrucchieri, barbieri, centri di estetica: possono restare aperti rispettando le misure di sicurezza (mascherine, guanti, accurata disinfezione della strumentazione e dell’ambiente), garantendo il rapporto 1:1 tra operatore e cliente. Chi non può rispettare le prescrizioni deve necessariamente chiudere temporaneamente l’attività». Parrucchieri, barbieri ed estetisti di Cassano delle Murge hanno però optato per la chiusura temporanea delle attività.

Per gli esercizi alimentari: «possono restare aperti purché rispettino le prescrizioni per le misure di sicurezza per l’affluenza e le distanze».

Per bar, ristoranti, pizzerie, bracerie e rosticcerie: «apertura alle 6:00 e chiusura alle 18:00. Dopo tale orario è consentito solo il servizio di consegna a domicilio (NO ASPORTO). Tutti gli esercizi senza presidio (self service H24) devono chiudere».

Come disposto dall’ordinanza n. 14 dell’11 marzo 2020, poi «il mercato del martedì è stato trasferito da piazza Galilei a piazza Merloni e piazza Tagariello, per garantire il rispetto delle distanze. Il mercato del venerdì è garantito solo per il settore alimentare. Ambedue i mercati saranno presidiati dalla Polizia Municipale e/o da altro personale comunque abilitato, per garantire il rispetto delle prescrizioni ministeriali».

PER TUTTE LE ALTRE PRESCRIZIONI SI RIMANDA AL DPCM DEL 09 MARZO 2020 SI RICORDA CHE È ATTIVO IL C.O.C. (Centro Operativo Comunale) al numero 0803211600.

«Inoltre – conclude la sindaca Di Medio – in questo momento di estrema criticità, si invita la cittadinanza ad osservare le regole di buon vicinato e a rispettare gli altri poiché possono essere presenti anziani o persone malate. Evitiamo quindi rumori inutili, chiasso, grida e attività di disturbo di qualsiasi genere».