fbpx

È tempo di finale: l’Atletico Cassano ospita il Mantova C5 in Gara-1 dell’ultimo atto dei play off. Alemão Glaeser: «tutti uniti per un sogno»

di Vito Surico

Il grande pubblico è atteso, domani, al PalAngelillo per la finale d’andata dei play off di Serie A2: l’Atletico Cassano è a ottanta minuti da un sogno e darà battaglia contro il Mantova Calcio a 5 nella doppia sfida valida per la promozione.

Gara-1 si gioca domani, appunto, sabato 18 maggio con calcio d’inizio alle ore 16:00, con i “pellicani” pronti a continuare sulla strada intrapresa nelle semifinali contro la Tombesi Ortona perché se è vero che l’obiettivo, a inizio stagione, erano i play off, l’Atletico Cassano è andato ben oltre regalando ai propri tifosi grandissime gioie ed emozioni: ora però si volta pagina, si ricomincia da zero a zero.

Matricola “terribile” della Serie A2, l’Atletico Cassano non vuole fermarsi proprio ora: «saranno due partite equilibrate e molto combattute con due squadre che hanno strameritato la finale e sono pronte a darsi battaglia».

È Alemão Glaeser, bandiera biancoceleste, a dare la carica ai compagni e all’ambiente anche perché giocare l’andata in casa, anziché uno svantaggio, potrebbe rivelarsi fondamentale: «i nostri magnifici tifosi che ci incitano dal primo all’ultimo secondo, l’atmosfera ineguagliabile che si crea al PalAngelillo, ci aiuteranno a fare la partita perfetta. Tutti uniti (squadra, staff, società, tifosi) possiamo inseguire un sogno chiamato Serie A. Noi ci crediamo e daremo l’anima per raggiungere questo traguardo storico».

Un traguardo per il quale Alemão Glaeser è pronto a «dare l’anima. Cercherò di dare più del 100% perché sono queste le partite che, dopo tanti anni di carriera, amo giocare. Partite in cui l’esperienza conta tantissimo e, se il mister lo riterrà, anche solo per tre secondi metterò in campo tutte le mie forze e l’amore che ho per questi colori».

Alemão Glaeser (foto di Alessandro Caiati)

E proprio di “amore” si può parlare quando si parla del rapporto di Alemão Glaeser con Cassano: «sono qui da tre anni e mi sono sentito subito a casa. Non è un modo di dire: sono sempre stato trattato come un figlio, un fratello e un amico. Dico sempre ai nostri tifosi che in campo io sono uno di loro: sono un cassanese e lo dico con orgoglio. A Cassano gioco con un sentimento speciale: per me è un onore rappresentare la gente di Cassano».

Non sono solo parole. Alemão Glaeser lo dimostra anche in campo. Con 18 gol in 20 partite è stato una pedina fondamentale anche in questo campionato che non esita a definire «positivo. Era un obbligo arrivare ai play off e ci siamo arrivati al massimo delle nostre potenzialità fisiche e mentali. Questo è stato fondamentale. C’è stata, da parte dello staff, una programmazione corretta. E anche questo a fatto la differenza. Il merito dei miei gol, invece, è al 99% merito dei miei compagni, bravi a mettermi in condizione di segnarli».

C’è, poi, un altro traguardo, tutto personale, da raggiungere per Alemão Glaeser: «sono a due gol dagli 80 in tre anni a Cassano. Spero di arrivarci in queste due partite e spero siano utili per la nostra promozione».

Gli arbitri designati per la partita di domani sono Luca Petrillo di Catanzaro (1° arbitro), Arrigo D’Alessandro di Policoro (2° arbitro) e Lorenzo Agostinelli di Bari (cronometrista).