fbpx

Emergenza sanitaria: anche le sedute di Giunta Comunale si terranno in videoconferenza

il Municipio di Cassano delle Murge (foto d’archivio)

In un periodo critico come quello che stiamo attraversando, una delle attività che non può e non deve fermarsi è sicuramente quella dei decisori politici a qualsiasi livello.

Gli Enti Locali sono chiamati a dare attuazione, molto più “da vicino”, ai decreti del Governo e delle Regioni per far sì che tutti rispettino le regole e, soprattutto, siano ridotti al minimo i disagi dovuti all’isolamento forzato.

Le Giunte Comunali, in particolare, devono adottare provvedimenti finalizzati a garantire il funzionamento dell’attività amministrativa pur in una situazione che vede l’evolversi dell’emergenza sanitaria con un virus particolarmente diffusivo che si sta manifestando anche sul territorio di Cassano delle Murge (ad oggi sono quattro i casi accertati e quattro i cittadini per cui è stato disposto l’isolamento domiciliare).

Adeguandosi, dunque, agli indirizzi dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e delle altre Istituzioni politiche e sanitarie che impongono di ridurre quanto più possibile le riunioni privilegiando modalità telematiche per il lavoro, la sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio ha disciplinato, con proprio decreto emanato ieri 1° aprile, la gestione telematica delle sedute della Giunta Comunale durante l’emergenza Covid-19.

Pur non essendo previsto dallo Statuto e dal Regolamento sul funzionamento degli organi collegiali del Comune di Cassano delle Murge, la sindaca Di Medio ha dato mandato all’Ufficio di Segreteria di attivare lo svolgimento delle sedute della Giunta Comunale in videoconferenza nel rispetto dei criteri di trasparenza e tracciabilità con sistemi che consentano di identificare con certezza i partecipanti utilizzando l’app “Lifesize” o altra equivalente.

Sindaco, assessori e Segretario Generale si collegheranno, dunque, in videoconferenza dopo essere stati convocati con modalità telematica (mail, strumenti di messaggistica istantanea, ecc.) e aver ricevuto l’ordine del giorno, la documentazione utile per l’esame degli argomenti e le proposte di deliberazione poste ad esame ed approvazione. Il Segretario Generale dovrà accertare l’identità dei partecipanti all’inizio della seduta (è consentito un ritardo di quindici minuti rispetto all’ora di convocazione) e accertare la sussistenza del numero legale (che sarà data dal numero dei partecipanti in videoconferenza).