fbpx

Emergenza sanitaria: lavoro agile e telelavoro al Comune di Cassano delle Murge

il Municipio di Cassano delle Murge (foto d’archivio)

In ottemperanza alle disposizioni governative sull’emergenza sanitaria in atto e alla necessità, prevista per le Pubbliche Amministrazioni, di assicurare «lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente» (art. 1, comma 6 del DPCM 11 marzo 2020), la Giunta Comunale di Cassano delle Murge ha approvato, lo scorso 13 marzo, il “Regolamento per la disciplina del Telelavoro e del Lavoro Agile”.

Considerata, dunque, la «situazione di emergenza epidemiologica nel Comune di Cassano delle Murge» la sindaca Di Medio ha ravvisato «la necessità di dare disposizioni agli Uffici comunali al fine di disciplinare, in questo periodo di emergenza epidemiologica, e fino a nuove disposizioni, il funzionamento degli Uffici Comunali garantendo il supporto amministrativo per la situazione di emergenza in atto e le attività istituzionali degli Uffici».

I responsabili dei Settori I (affari generali, agricoltura, GAL, turismo e cultura, servizi alla persona, pubblica istruzione, servizi demografici), Settore II (ragioneria, programmazione, personale economico), Settore III (urbanistica, edilizia privata, lavori pubblici, gestione del territorio e del patrimonio) e Settore IV (contenzioso, entrate tributarie, innovazioni tecnologiche), sono dunque invitati ad adottare le misure necessarie al fine di garantire le prestazioni degli Uffici dell’Assistente Sociale, dell’Assistente Sociale PON, dell’Ufficio Tributi, dell’Ufficio PUA, dell’Ufficio S.U.A.P., della Segreteria del Sindaco, dell’Ufficio Tecnico e dell’Ufficio di Stato Civile, al fine di garantire la turnazione del personale dipendente necessario per assicurare i servizi dando priorità a Lavoro Agile e Telelavoro. Ove necessario, i responsabili degli Uffici Comunali potranno favorire il Congedo Ordinario o le ferie, soprattutto in caso di smaltimento di ferie arretrate.

Il Lavoro Agile e il Telelavoro devono essere strettamente autorizzati in favore del personale dipendente garantendo la presenza in servizio e tutte le modalità e strumenti telematici necessari allo svolgimento dello stesso.

Il Responsabile del Settore di Polizia Locale, con compiti di Coordinamento della Protezione Civile, resta a completa disposizione della sindaca Di Medio per i compiti attribuitigli dal Centro Organizzativo Comunale (C.O.C.) attivo dallo scorso 9 marzo.

Continuano a svolgere regolarmente il proprio lavoro, inoltre, gli operatori ecologici, i quali svolgono «attività ritenute indispensabili per garantire Igiene Pubblica e Sicurezza sul territorio comunale».

A loro, stamattina, la sindaca Di Medio ha dedicato un pensiero su Facebook, invitando i cittadini a ringraziarli poiché «lavorano nonostante tutto, portano via i nostri rifiuti, ci permettono di fare comunque una vita normale… Loro non possono fare il telelavoro. Ringraziamoli e rispettiamoli».