fbpx

Entra nel vivo il confronto strategico tra i Comuni del partenariato GAL Terre di Murgia

anche la sindaca Maria Pia Di Medio e l’assessore Michele Campanale hanno partecipato, ieri, al confronto strategico tra i Comuni del GAL Terre di Murgia (foto GAL Terre di Murgia)

Si è svolto ieri, giovedì 16 novembre, presso la sede del Gal Terre di Murgia, l’Incontro Istituzionale, tra le rappresentanze dei sei Comuni aderenti al partenariato: Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle, Toritto.

In questa occasione è stato avviato un confronto strategico sulle tematiche territoriali afferenti alle Misure/Bandi che a breve saranno emessi dal GAL, a valere sul Piano di Azione Locale 2014-2020, e che vedranno beneficiari finali proprio i Comuni, in qualità di Enti pubblici.

Questo incontro è stato finalizzato inoltre alla condivisione delle linee di intervento future, nell’ottica di un sistema di rete territoriale, volto a promuovere l’attrattività, l’economia e l’occupazione dell’intera Area GAL.

L’incontro di ieri ha fatto seguito ad una riunione strategica convocata lo scorso 13 novembre dall’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia, i 23 Gruppi di Azione Locale della Puglia sono entrati ufficialmente nel pieno della loro operatività e, con una dotazione complessiva di circa 161 milioni di euro, sono pronti per svolgere quella funzione strategica, per cui sono stati pensati, ossia quella di agenzie di sviluppo regionali.

l’incontro dei GAL con l’assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia (foto GAL Terre di Murgia)

Strutture con una fortissima vocazione partecipativa, i 23 GAL sono oggi compagini sociali con una larga rappresentatività e con una governance qualificata in grado di coniugare il sostegno pubblico con una maggiore efficacia dell’intervento, oltre che con una efficienza della spesa pubblica.

Ma soprattutto, i GAL sono in grado di sviluppare, migliorare e incrementare servizi utili alle comunità rurali e costiere, nell’ottica della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

La nostra Regione, attraverso l’approccio pluri-fondo, è stata inoltre l’unica ad aver contemplato, nella sua strategia di sviluppo, la complementarietà del sostegno pubblico, a valere sia su fondi FEASR che su quelli FEAMP.

Dopo una lunga e complessa fase di analisi, studio e raccolta di istanze e bisogni dei territori, i GAL hanno prodotto specifiche Strategie di Sviluppo Locale (SSL), selezionate e finanziate dalla Misura 19 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 ‘Sostegno allo Sviluppo Locale LEADER’.

Ciascun Piano di Azione Locale è stato costruito sulla base di progetti innovativi integrati e finalizzati alla valorizzazione del patrimonio e delle risorse e ambientali, con una duplice finalità: creare nuove forme di occupazione locale e promuovere azioni mirate ad un turismo sostenibile e consapevole.