fbpx

Festa dell’Immacolata: via ad una sottoscrizione pubblica per il restauro della statua della Vergine

di Vito Surico

la statua della Vergine Immacolata custodita presso l’omonima chiesetta nel centro storico di Cassano delle Murge

L’associazione “Amici di Tutti”, con l’autorizzazione del parroco della Chiesa Matrice don Francesco Gramegna, avvia una sottoscrizione e raccolta fondi per il restauro della statua della Vergine dell’Immacolata, sita presso l’altare maggiore dell’omonima chiesetta nel Centro Storico di Cassano delle Murge.

L’iniziativa è stata lanciata, e partirà, in occasione della Festa dell’Immacolata 2019 e della 22ª Sagra del Baccalà che si terrà domani, domenica 8 dicembre, ed ha l’obiettivo di restituire ai cassanesi un’opera d’arte del 1.700 realizzata in cartapesta e di ottima fattura.

La statua, come da tradizione, verrà portata in processione nella serata di domani, ma ha bisogno di un restauro che ne porti alla luce l’antica bellezza.

La scultura rappresenta la Vergine secondo l’iconografia classica: la Madonna si erge sul globo terrestre e sulla mezzaluna contornate da nuvole sorrette da cherubini. La Vergine è raffigurata nell’atto di schiacciare, con il piede, la testa del serpente. Il tutto vincolato su una base in legno intagliata a foglie di acanto.

La scultura è stata già oggetto di un primo rifacimento alcuni anni fa che, però, ne ha pesantemente compromesso le caratteristiche: le restauratrici Rosaria Anna Marsano e Mariarosaria Vernice spiegano che chi ha eseguito gli interventi in quell’occasione (non un restauratore ma un artista locale) ha completamente ricoperto la statua con uno strato di stucco sul quale, successivamente, sono state eseguite pesanti ridipinture che hanno alterato la colorazione originale del manufatto e ne hanno ampliato il volume, distorcendo, di fatto, i connotati dei personaggi rappresentati.

L’ambiente in cui è conservata ha fatto il resto: l’umidità e la poca areazione della chiesetta, infatti, hanno causato veri e propri “scoppi” sulla superficie della statua dovuti all’impossibilità di traspirare del materiale sottostante il pesante strato di stucco. Gli “scoppi” hanno causato crepe e fessurazioni oltre alla caduta di alcune porzioni.

Le dottoresse Marsano e Vernice, su impulso del presidente dell’associazione “Amici di Tutti” Franco Carrasso, hanno già effettuato alcuni interventi di “mantenimento” applicando delle veline in alcune delle zone maggiormente compromesse. Le restauratrici, inoltre, grazie ai saggi di pulitura effettuati, hanno riscoperto anche i colori originari della statua, appiattiti dall’intervento con lo stucco.

La differenza appare evidente sulla stuoia della Vergine che, originariamente, era di un verde tipico del periodo in cui è stato realizzato mentre oggi appare di un celeste molto chiaro. Le nuvole che oggi sono di un blu quasi grigio, in origine erano molto più chiare e “morbide” anche alla vista. Stesso discorso vale per il piedistallo che oggi è marrone ma che, in origine, presentava foglie di acanto in argento che oggi paiono solo intagliate nel legno. Emblematico, infine, è quanto appare dal globo terrestre ai piedi della Madonna: uno strato dello stesso colore delle nuvole ne copre interamente l’orginale bellezza. Il globo, infatti, è stato originariamente realizzato con una foglia d’argento meccato su cui è stato poi distribuito del colore che dava all’opera un aspetto completamente diverso.

La scultura necessita di un sano e certosino intervento di restauro che dovrà essere effettuato da professionisti per restituire a Cassano delle Murge e a tutti i cassanesi (fedeli e non) un’opera d’arte che non può che arricchire l’intera comunità: le restauratrici dovranno mettere in sicurezza le zone della statua fortemente compromesse da distacchi, crepe e fessure e, successivamente, asportare lo strato di stucco e procedere alla pulitura ricostruendo, laddove necessario, le zone mancanti riportando così alla luce i colori originali dell’opera.

Un lavoro che hanno stimato intorno ai 4.500 euro e che l’associazione “Amici di Tutti” intende promuovere attraverso la sottoscrizione pubblica e la raccolta fondi.

La statua della Vergine Immacolata è solo una delle opere d’arte cassanesi che necessitano di urgenti interventi. Le restauratrici Marsano e Vernice, infatti, ci hanno segnalato l’altare ligneo cinquecentesco della Chiesa di San Giuseppe (che rischia di crollare) e il crocifisso che si trova sull’Altare del Santissimo nella Chiesa Madre che ha rivelato una “incammottatura”, ossia la sovrapposizione di materiali che si è sostanziata nella “costruzione” di un Cristo (risalente al 1.800) su un altro (che probabilmente è del 1.200) e che, grazie al restauro, potrebbe tornare alla luce.

Tante altre opere, invece, sono state restaurate e restituite alla comunità spesso su impulso di cittadini volenterosi e amanti del bello: si pensi ai dipinti ritrovati e fatti restaurare dall’associazione “Amici di Tutti” attualmente esposti all’ultimo piano della Pinacoteca Comunale o alle opere che, su iniziativa del Club per l’UNESCO, sono state riconsegnate ai cassanesi, ed esposte nella Chiesa Madre.

Ora c’è la possibilità di contribuire a restituire un po’ di bellezza a Cassano delle Murge grazie all’iniziativa dell’associazione “Amici di Tutti” in occasione della Festa dell’Immacolata che si terrà domani, domenica 8 dicembre, secondo il seguente programma:

  • ore 8:30 – Santa Messa nella Chiesetta dell’Immacolata
  • ore 9:30 – trasferimento in processione dell’immagine, portata in spalla dalle Devote, dalla chiesetta dell’Immacolata alla Chiesa Matrice
  • ore 18:00 – Santa Messa presso la Chiesa Matrice
  • ore 19:15 – concerto dell’U.T.E. di Cassano delle Murge diretto dalla prof.ssa Dora Luiso presso la Chiesa Matrice
  • ore 20:00 – processione per le vie del centro storico, con la partecipazione delle confraternite, dei gruppi e delle associazioni femminili con stendardi
  • ore 20:30 – 22ª edizione della Sagra del Baccalà con frittura di baccalà, pettole e sgagliozze, vino locale offerto dalla Cantina Sociale “Gentile” e olio dell’Oleificio Sociale
  • ore 21:30 – concerto del CDM Trio (Francesco Manfredi, clarinetto; Alessio Anzivino, chitarra; Michele Fracchiolla, percussioni) presso la chiesa di San Nicola.