fbpx

Fiera Speciality Food Festival

the speciality food festivalL’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane nell’ambito del Piano Export Sud a favore delle regioni della convergenza – Calabria, Campania, Puglia, Sicilia organizza una partecipazione collettiva in occasione della Fiera Speciality Food Festival Dubai dal 27 al 29 ottobre p.v.

PERCHÉ PARTECIPARE

Gli EAU si confermano il principale mercato di sbocco dell’export nazionale in Medio Oriente e Nord Africa. Il 90% dei prodotti agroalimentari consumati negli Emirati è costituito da merce importata; il Paese rappresenta pertanto un’area di particolare interesse per le imprese italiane del settore, che hanno il vantaggio di poter offrire prodotti di cui il mercato locale riconosce il livello qualitativo.

L’import EAU è inoltre destinato a crescere ulteriormente per una serie di fattori, fra cui la crescita progressiva della popolazione residente, la forte domanda di prodotti importati da parte degli stranieri che vivono stabilmente nel Paese, la significativa espansione del settore turistico e l’elevato numero di nuovi hotel e resort aperti negli ultimi anni.

La Speciality Food Festival, giunta alla sua 6° edizione, si è affermata in pochissimi anni come uno degli appuntamenti fieristici più rilevanti dedicati al settore food che si svolgono attualmente negli EAU.

MODALITÀ DI ADESIONE

Quota Export Sud € 1.200,00 + iva per 9 mq.

Il modulo di partecipazione va compilato online sul sito: https://sites.google.com/a/ice.it/dubai -2015/home.

A conclusione della registrazione online, ICE – Agenzia invierà un e mail di conferma con istruzioni e in allegato il modulo di adesione compilato che dovrà essere stampato, firmato, timbrato e inviato al fax n. 0689280323 entro il 27 aprile p.v.

  • Quota partecipazione ICE Piano Export Sud modulo 9 mq: € 1.200,00 + IVA
  • Quota partecipazione Ente Fiera modulo 9 mq: € 3.500,00 + IVA
  • Quota de minimis: € 2.300,00 – differenziale tra prezzo Ente Fiera e prezzo ICE da indicare nel modulo di autocertificazione.

A campione, l’ICE – Agenzia può effettuare una verifica sia sull’ammissibilità dei requisiti indicati nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà presentata dai soggetti che partecipano alle iniziative del Piano Export Sud, sia sul rispetto della soglia prevista di € 200.000 degli aiuti de minimis, che il soggetto beneficiario non può superare nell’arco degli ultimi 3 esercizi finanziari. La dichiarazione sostitutiva deve essere trasmessa all’ICE unitamente a una copia del documento d’identità del legale rappresentante dell’impresa beneficiaria.

Fonte: Servizio Internazionalizzazione Regione Puglia – Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo, Internazionalizzazione, Imprese – Redazione Sistema Puglia