fbpx

“Fratty”: la Fratres avvia un laboratorio di promozione al volontariato rivolto ai ragazzi del catechismo delle parrocchie cassanesi

Il gruppo di donatori di sangue Fratres “Santa Maria Assunta” di Cassano delle Murge, in collaborazione con il Comune e le parrocchie Santa Maria Assunta e Santa Maria delle Grazie presenta “Fratty”, progetto di promozione al volontariato rivolto ai fanciulli del catechismo.

“In rete diamo forma alle idee!” è lo slogan dell’iniziativa che si terrà dal 6 novembre all’8 dicembre 2019 presso i due oratori e si sostanzierà in laboratori di attività espressive grafico-pittoriche e manipolative.

Le prime lezioni si terranno mercoledì 6 novembre presso l’oratorio della parrocchia “Santa Maria delle Grazie” e sabato 16 novembre presso l’oratorio “Santa Maria Assunta”.

Ai ragazzi verrà distribuito “Fratty”, un quadernetto operativo che aiuterà a capire meglio l’importanza del sangue in ogni tipo di attività umana e, soprattutto, l’importanza della donazione per aiutare coloro che sono affetti, in particolare, da malattie del sangue (talassemia, emofilia, anemia, ecc.), ma più in generale per ogni tipo di necessità.

Il progetto del gruppo Fratres di Cassano delle Murge, approvato dal CSV “San Nicola” di Bari, punta dunque a sensibilizzare, a tutto tondo, sulla donazione volontaria del sangue poiché, attraverso i ragazzi, il messaggio arriverà forte ai genitori: non esistono fabbriche di sangue, l’unica “fonte di approvvigionamento” in caso di necessità è proprio il corpo umano di un donatore volontario.

Negli incontri successivi ai ragazzi verrà chiesto di elaborare un disegno sul tema “Donare è…” che sarà poi messo a concorso e il vincitore sarà protagonista delle locandine della Fratres per le giornate di divulgazione. Gli elaborati saranno valutati dalle catechiste e dall’esperta d’arte Maristella Campanelli. Sono previsti anche altri premi.

Tutti gli elaborati dei ragazzi verranno esposti a partire dal 1° dicembre, in una location ancora da definire, e l’8 dicembre, a conclusione dell’iniziativa, è prevista un’animazione con i ragazzi in piazza Moro.

Inoltre, i ragazzi, insieme agli insegnanti, realizzeranno lavoretti che verranno poi venduti durante una manifestazione pubblica e il ricavato sarà devoluto in beneficenza.