fbpx

Garanzia Giovani in Puglia: tutti i numeri del programma

bersaglioPubblicato il Ventunesimo rapporto di monitoraggio

Dall’adesione alla presa in carico

48.021 potenziali beneficiari hanno aderito a Garanzia Giovani in Puglia.

Dei 48.021 iscritti, sono stati convocati per il primo colloquio 36.084 giovani*, pari al 75% degli aderenti.

Un dato positivo che evidenzia il grande lavoro finora svolto dai Centri per l’Impiego, in particolar modo quelli della provincia di Foggia che hanno convocato il 96% degli iscritti.

Si procede, quindi, verso la piena convocazione di tutti i ragazzi e le ragazze iscritti al programma.

*il presente rapporto di monitoraggio è stato elaborato in assenza dei dati relativi alla Provincia di Bari. Per la suddetta provincia sono state utilizzate le referenze relative al precedente rapporto di monitoraggio del 15 maggio 2015.

Sono stati profilati e hanno stipulato il relativo patto di servizio 22.435 giovani, pari al 47% degli iscritti.

In Italia, secondo l’ultimo report diffuso dal Ministero del Lavoro, si sono iscritti a Garanzia Giovani, al netto delle cancellazioni, circa 582mila persone, di questi sono stati presi in carico e profilati circa 361mila ragazzi, pari al 62%.

Dopo l’adesione, lo status del giovane all’interno del programma può cambiare in conseguenza di alcuni comportamenti. L’adesione può essere cancellata sia direttamente dal giovane, sia da parte dei servizi Competenti, per mancanza di requisiti del cittadino, per mancanza di rispetto dell’appuntamento per la presa in carico, per rifiuto della presa in carico o d’ufficio per avvenuta presa in carico presso altra Regione. Al netto delle cancellazioni, in Puglia, hanno aderito 34.345 giovani.

Gli iscritti al programma, che hanno stipulato il patto di servizio, sono 22.435 cioè il 65% al netto delle cancellazioni, un dato di tre punti percentuali superiore alla media nazionale, significativo del lavoro dei servizi pubblici per il lavoro della Regione Puglia.

In Puglia le iscrizioni crescono di circa 1000 adesioni la settimana e, nonostante il programma sia partito da circa un anno, questo trend non accenna a diminuire piuttosto ad aumentare, segnale di una fiducia dei giovani pugliesi nel progetto. Da quando sono attivi i percorsi individuati dall’Avviso Multimisura Garanzia Giovani della Regione Puglia (17 marzo 2015) le adesioni al programma hanno registrato un sensibile aumento.

Dei 36.084 ragazzi invitati a presentarsi al primo colloquio di orientamento, ben 9.059 hanno scelto di non recarsi al Centro per l’Impiego, pari al 25%.

Del totale dei chiamati, inoltre, il 13% e cioè 4.617 giovani è risultato non possedere i requisiti per partecipare al Programma, pari all’10% se si calcola il dato sul totale degli iscritti. Analizzando i dati per singola provincia, si confermano le buone performance di quasi tutti i Centri per l’Impiego, sensibilmente indietro – ma in crescita – risulta essere la sola provincia di Taranto, le cui performance si discostano da quelle ottenute dagli altri soggetti.

Dalla presa in carico all’erogazione della misura

A partire da metà marzo 2015 sono attivi i percorsi individuati dall’Avviso Multimisura Garanzia Giovani della Regione Puglia. Da marzo, i giovani che hanno aderito a Garanzia Giovani e stipulato il relativo Patto di Servizio presso i Centri per l’Impiego, possono collegarsi al portale istituzionale della Regione, Sistema Puglia, accedere all’offerta dei servizi da parte delle ATS e, sulla base di tale offerta, scegliere liberamente ed in assoluta trasparenza a chi rivolgersi per la presa in carico e l’erogazione dell’azione.

I percorsi sono relativi alla realizzazione delle misure 1-C “Orientamento specialistico o di secondo livello”, 2-A “Formazione mirata all’inserimento lavorativo”, 3 “Accompagnamento al lavoro”, 5 “Tirocinio extra-curriculare, anche in mobilità geografica” e 8 “Mobilità professionale transnazionale e territoriale” previste nel Piano Esecutivo Regionale per l’Attuazione della Garanzia Giovani.

Ad oggi, dei 22.435 giovani che hanno stipulato il patto di servizio, già 17.024 pari al 76% hanno chiesto di sostenere un colloquio con una delle ATS vincitrici dell’Avviso Multimisura.

Di questi 22.435 giovani, 8.425 hanno già fissato una data per l’appuntamento o sostenuto il colloquio con l’ATS prescelta, mentre 8.599 ragazzi hanno indicato l’ATS ma sono in attesa della convocazione.

Inoltre, a partire dalla data del 19 marzo 2015 sono disponibili le procedure telematiche sulla piattaforma Sistema Puglia relative all’avvio delle misure individuate dall’Avviso Multimisura Garanzia Giovani della Regione Puglia.

Dopo un enorme lavoro di costruzione delle infrastrutture di monitoraggio e controllo delle azioni e della spesa, le Associazioni Temporanee di Scopo, ritenute idonee a seguito dell’Avviso Multimisura, sono nelle effettive condizioni di erogare i percorsi concordati con i giovani presi in carico, seguendo l’ordine cronologico di iscrizione al programma.

Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia – Sistema Puglia, Garanzia Giovani, Lavoro, Area Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia