fbpx

GIARDINI-AMO: ultimo sabato con l’ECObiblioteca prima della pausa estiva

da Legambiente – Cassano delle Murge

Si è svolto sabato mattina presso il piccolo spazio verde del GiardiLeo, l’ultimo appuntamento dell’ECObiblioteca prima della pausa estiva. Un laboratorio dedicato al giardinaggio per avvicinare i bambini all’ambiente, alla cura del Verde ed educarli fin da piccoli ad abitare il mondo a partire dai luoghi di vita.

«Prendersi cura della natura – spiega Pasquale Molinari, presidente di Legambiente Cassano – è una attività pratica in cui è facile appassionare i bambini. Ci sono vasi, o meglio ecofioriere, da riempire di terra, annaffiatoi, rastrelli, pale. Le attività manuali danno soddisfazione. È divertente raccogliere le foglie con il rastrello o immergere le mani nel terriccio. Da queste attività semplici nascono tanti spunti per approfondire il mondo delle piante e guidare i bambini ad un futuro atteggiamento protettivo verso le forme viventi, l’ambiente e gli spazi urbani. Oggi più che mai è necessario ripensare alla cultura del verde e dell’inclusione sociale come un’emergenza educativa.

La mattinata si è svolta splendidamente. I nostri piccoli volontari ambientalisti hanno ripulito l’area del Giardileo e dopo una piccola pausa a base di frutta, hanno messo a dimora nuove piantine generosamente donate dal buon Pierino Zeverino, ormai un volontariato Legambiente a tutti gli effetti, sperimentando e imparando nuove tecniche di giardinaggio».

È emersa una grande voglia da parte dei bambini di prendersi cura dell’area e delle piante e quindi di mettersi in gioco e di fare qualcosa per il nostro paese. Non si sono fermati un attimo. A riguardo vi riportiamo alcune riflessioni dei bambini emerse durante le stesse attività:

“oggi ho capito che la mia scienza preferita è la botanica”

“sì, è vero hai ragione perché la botanica è….. rilassamento!!”

“dobbiamo attivarci per difendere l’area dai vandali, io ci provo a rimproverare quelli che sporcano, dico loro di smetterla!”

“questi vasetti potranno servire a mia nonna che cura tante piante e io con lei!!”

La loro energia ci stimola a continuare a fare volontariato, a promuovere e praticare percorsi e progetti di rigenerazione sociale, urbana e sostenibile.

Per questo vi invitiamo a frequentare l’area con i vostri bambini, ad innaffiare se ce n’è bisogno, a ripulire… insomma a prendervene cura anche voi. Anche solo vivendola.

Purtroppo a causa dei frequenti atti di vandalismo abbiamo rimosso la little Free library (piccolo spoiler: abbiamo comunque intenzione anche con i bimbi dell’ecobiblioteca di continuare a dare vita alla libreria magari altrove e in altri modi).

L’area però è comunque bella da vivere se ce ne prendiamo tutti più cura.

È proprio vero che la chiave della felicità risiede in un Giardino, curato.